SCHEDA FILM

Ransom, stato di emergenza per un rapimento

Anno: 1974 Durata: 95 Origine: GRAN BRETAGNA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:35 MM, PANORAMICA, TECHNICOLOR, EASTMANCOLOR

Tratto da:-

Produzione:PETER RAWLEY PER 20TH CENTURY FOX, LION INTERNATIONAL, RWALEY FILM & THEATRE

Distribuzione:FAR - WARNER HOME VIDEO

TRAMA

Quattro terroristi, tra i quali il pericoloso Martin Shepherd, cui Scotland Yark dà la caccia da anni, rapiscono l'ambasciatore inglese in Norvegia, per ottenere, in cambio della sua vita, la liberazione di alcuni compagni detenuti nelle carceri britanniche. A sostegno della loro richiesta, altri terroristi, guidati dal giovane Ray Petrie, si impadroniscono, nell'aeroporto di Oslo, di un aereo di linea carico di passeggeri. A questo punto il governo norvegese affida al colonnello Chris Tahlwik, capo del Servizio di Sicurezza scandinavo, il compito di sovrintendere allo scambio degli ostaggi. L'ufficiale, cui non va a genio, per ragioni di principio, tanta arrendevolezza, cerca più volte, ma invano, di intrappolare i terroristi. Fallito anche l'ultimo tentativo, il colonnello ordina che si soddisfino, senza più trucchi, le loro richieste. All'ultimo istante, però, egli comprende che l'intera faccenda è stata inscenata dagli inglesi, di cui Petrie è un agente segreto, per poter catturare Shepherd. Salendo allora coraggiosamente a bordo dell'aereo sequestrato, sul quale già si trovano Sheperd e l'ambasciatore, Tahlwik, rivelando la verità, provoca una sparatoria nella quale muoiono sia i veri che i falsi terroristi, ma riesce a salvare il vecchio diplomatico.

CRITICA

"Il film tecnicamente eccelle per la fotografia del mago Sven Nykvist, il noto collaboratore di Ingmar Bergman; si fa seguire con interesse per la progressiva e accentuata tensione drammatica; non convince molto per la legnosa interpretazione del protagonista; è una conferma delle capacità del regista, narratore pulito, saggio distributore di interessi spettacolari e contenutistici. A questo riguardo, se i retroscena di un dirottamento e i problemi di coscienza delle autorità coinvolte sono il discorso più evidente, in secondo piano si raccolgono motivi di riflessione molto più originali e scottanti. Infatti, quando si giunge alla trovata conclusiva, tutta la terrificante vicenda assume il tono di violenta requisitoria verso certi 'servizi segreti' e certi governi che, pur di raggiungere determinate mete, non arretrano dall'uso di strumenti criminali e si mettono a livello di pazzi o criminali o esasperati." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 78, 1975)

Trova Cinema

Box office
dal 20 al 23 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  2.396.109
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Sonic. Il film  1.445.090
  3. 3. Parasite  1.401.083
  4. 4. Odio l'estate  980.701
  5. 6. Dolittle  586.384
  6. 7. 1917  451.440
  7. 8. Fantasy Island  351.059
  8. 9. Jojo Rabbit  199.387
  9. 10. Il diritto di opporsi  114.843

Tutta la classifica