Prince of Persia - Le Sabbie del Tempo2010

SCHEDA FILM

Prince of Persia - Le Sabbie del Tempo

Anno: 2010 Durata: 127 Origine: USA Colore: C

Genere:AVVENTURA, FANTASY

Regia:Mike Newell

Specifiche tecniche:-

Tratto da:videogame "Prince of Persia: Le sabbie del tempo" ideato da Jordan Mechner

Produzione:JERRY BRUCKHEIMER FILMS, WALT DISNEY PICTURES

Distribuzione:WALT DISNEY STUDIOS MOTION PICTURES, ITALIA

ATTORI

Jake Gyllenhaal nel ruolo di Principe Dastan
Gemma Arterton nel ruolo di Tamina
Steve Toussaint nel ruolo di Seso
Toby Kebbell nel ruolo di Garsiv
Richard Coyle nel ruolo di Tus
Ronald Pickup nel ruolo di Re Sharaman
Ben Kingsley nel ruolo di Nizam
Alfred Molina nel ruolo di Sceicco Amar
Reece Ritchie nel ruolo di Bis
Gísli Örn Garðarsson nel ruolo di Zolm, capo degli Assassini
Stephen Pope nel ruolo di Roham
 

SOGGETTO

Mechner, Jordan
 

SCENOGRAFIA

Kroeger, Wolf
 

COSTUMISTA

Rose, Penny
 

EFFETTI

Tom Wood (III)

TRAMA

Il principe Dastan, affascinante mascalzone, si troverà costretto suo malgrado a unire le forze con la misteriosa principessa Tamina per lottare con lei contro le forze oscure che vogliono impadronirsi di un antico e leggendario pugnale. La poderosa arma infatti è in grado di scatenare le 'Sabbie del Tempo' e può permettere al suo possessore di dominare il tempo e con esso il mondo.

CRITICA

"Esce oggi in 600 copie 'Prince of Persia - Le sabbie del tempo', il film della Disney basato sul personaggio popolarissimo dei videogiochi, il principe Dastan. L'eroe digitale, uno dei più grandi successi di sempre nel campo dei videogame, fu creato nel 1989 da Jordan Mechner che cercava 'un universo non ancora ricreato nei videogiochi'. Il film è una megaproduzione dei creatori della saga dei 'Pirati dei Caraibi', che si avvale della regia di Mike NeweII ('Quattro matrimoni e un funerale' e 'Harry Potter e il calice di fuoco') e di attori come Ben Kinglsey e Alfred Molina oltre a giovani star come Jake Gyllenhaal nel ruolo del protagonista e Gemma Arterton (la principessa Tamina di Alamut). Il film, ricchissimo di effetti speciali, sembra fare l'occhiolino all'attualità. La scena iniziale dell'attacco alla città sacra di Alamut avviene dietro 'informazioni riservate e certe', ma false, che la città stia costruendo armi. Un parallelismo con il caso delle inesistenti armi di distruzioni di massa che hanno dato il via alla Seconda Guerra del Golfo." ('Avvenire', 19 maggio 2010) "Non so se sia infelice il cinema che ha ancora bisogno di videogames (prima era il contrario) ma 'Prince of Persia' è un giocattolo divertente in cui comanda l'effetto speciale digitale nel creare disastri (...). Ma come si addice a un gioco, gli effetti visivi sono assoluti padroni nei panorami magnifici computerizzati dal vivo del Marocco, mentre il clou è il riavvolgimento del tempo che passa e va come un vortice sui profili degli attori, effetto digitale giocato sul ralenti come il famoso 'bullet time' di 'Matrix', che smorzava la velocità dei proiettili. Pur senza scomodare Proust, viene in mente 'Lawrence d'Arabia', grazie a un accordo musicale di flagrante plagio e per il marketing esotico dell'insieme che alla fine risulta avvolgente e gradevole anche perché si evita troppa adrenalina e soprattutto il 3D che avrebbe gettato sabbia negli occhi non in senso metaforico. Dirige il tutto Mike Newell, autore inglese di '4 matrimoni e un funerale' e di un Harry Potter, DNA da colonialismo; cast protetto da ghiotti caratteristi inglesi come Kingsley e il bravo Alfred Molina, tipo kolossal Anni '60. Che poi sia addirittura un film scespiriano in cui vagano fantasmi di Riccardo III e Re Lear, qui avrei seri dubbi." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 21 maggio 2010) "Questa sì che è una bella sorpresa. 'Prince of Persia' pare appena uscito da 'Le mille e una notte', opportunamente riverniciato per il più smaliziato pubblico di oggi. Mancano i due Douglas Fairbanks e Errol Flynn, ma c'è un attore che li vale in simpatia, vigore e faccia tosta, Jake Gyllenhaal. (...) Facendo grande uso sì di effetti speciali, ma dispensando anche secchiate di ironia. Come quando l'esercito persiano si riversa nella città santa di Alamut, perché gli 007 hanno bisbigliato che là si preparano armi contro i nemici del Paese. Chissà come fischieranno le orecchie di Mister Bush? (...) Tra le tante scene irresistibili, l'arrampicata sul palazzo nemico usando come appigli le frecce scoccate in tempo reale e la corsa degli struzzi nell'inedito struzzodromo. Insomma un gran divertimento per tutti. Con lo strafottente protagonista che si accontenta di un bacio. Cose che capitano solo nelle favole." (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 21 maggio 2010)

Trova Cinema

Box office
dal 20 al 23 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  2.396.109
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Sonic. Il film  1.445.090
  3. 3. Parasite  1.401.083
  4. 4. Odio l'estate  980.701
  5. 6. Dolittle  586.384
  6. 7. 1917  451.440
  7. 8. Fantasy Island  351.059
  8. 9. Jojo Rabbit  199.387
  9. 10. Il diritto di opporsi  114.843

Tutta la classifica