SCHEDA FILM

PORTA UN BACIONE A FIRENZE

Anno: 1955 Durata: 90 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:ROMANTICO

Regia:-

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:ENZO MEROLLE PER LA GLOMER FILM

Distribuzione:GLOMER FILM (REGIONALE)

TRAMA

Simonetta Dalmonte, figlia di fiorentini residenti da molti anni a New York, dopo una grave malattia, che ha messo in pericolo i suoi occhi, essendosi ristabilita, va a passare qualche tempo nella natia Firenze. Le fa da cavaliere a Firenze un vecchio amico di suo padre, il conte Pineschi, gentiluomo sulla cinquantina, ancora galante, ma squattrinato. Per poter assistere allo svolgimento della tradizionale partita di calcio in costume, Simonetta e il conte si recano nella casa del vigile urbano Virgilio, del quale hanno accettato l'invito. Virgilio ha affittato allo scultore Alberto uno stanzone, che lo scultore ha trasformato in studio: dalla terrazza dello studio, Alberto, Simonetta e il conte assistono alla partita. Fra lo scultore e Simonetta germoglia un sentimento di simpatia, che non sfugge a Maria, la figliola di Virgilio, ragazza romantica, avida lettrice di giornali a fumetti, Maria s'è messa in testa di essere l'ispiratrice dello scultore, ch'ella crede d'amare appassionatamente; la simpatia nata tra Alberto e Simonetta la rende quindi gelosa. Mentre lo scultore e Simonetta visitano insieme Firenze, ne ammirano i capolavori e le bellezze panoramiche, la simpatia sl trasforma in amore e i due giovani pensano al matrimonio. Maria, approfittando di una momentanea assenza di Alberto, si presenta a Simonetta e cerca di farle credere che lo scultore ha promesso a lei di sposarla. Simonetta le crede soltanto a metà; ma vuol appurare la cosa e parte in auto per raggiungere Alberto. Durante il viaggio ella subisce un accidente d'auto e in seguito alla forte scossa perde momentaneamente la vista. Quando incontra Alberto, la ragazza fa in modo ch'egli non s'accorga di nulla: ma ha deciso di lasciarlo per non renderlo infelice. Senza avvertire lo scultore Simonetta s'imbarca per l'America, ma sul piroscafo è raggiunta da Alberto, che dichiarandole il suo amore, fa rinascere in lei la fiducia nella guarigione.

CRITICA

"E' una comedia, ben condotta e piacevole, ambientata nella bella Firenze, ravvivata da trovate originali e da un buon commento musicale (...). Riuscite alcune caratterizzazioni, di buona lega l'umorismo". (Segnalazioni Cinematografiche).

Trova Cinema

Box office
dal 23 al 26 gennaio

Incasso in euro

  1. 1. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  5.438.128
    Me contro te il film - La Vendetta del Signor S

    ...

  2. 2. Tolo Tolo  2.164.815
  3. 3. Hammamet  1.514.093
  4. 4. Piccole Donne  1.403.099
  5. 5. Richard Jewell  1.169.569
  6. 6. Jojo Rabbit  827.158
  7. 7. 18 Regali  456.191
  8. 8. Jumanji: The Next Level  425.718
  9. 9. La Dea Fortuna  261.830
  10. 10. City of Crime  216.138

Tutta la classifica