SCHEDA FILM

POLIKUSKA

Anno: 1958 Durata: 88 Origine: ITALIA Colore: -

Genere:COMMEDIA, DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:AGFACOLOR

Tratto da:DA UNA NOVELLA DI LEONE TOLSTOI

Produzione:GALLONE (ROMA), ARTHUR BRAUNER (MONACO), LUX FILM (ROMA) CCC (BERLINO) CRITERION (PARIGI)

Distribuzione:LUX

TRAMA

Polikuska è un povero servo, che la gente del villaggio, dove egli vive, ritiene un ladro incorreggibile, un ubriacone, un fannullone. Malgrado i suoi non lievi difetti, Polikuska è però in fondo un brav'uomo: per la giovane Akulina è un buon marito, così come è un padre esemplare per i suoi cinque figli. Il povero servo ha trovato un'alleata nella ricchissima proprietaria alle cui dipendenze egli lavora. Questa decide di mettere alla prova l'onestà del pover'uomo per vincere l'ostilità che lo circonda e respingere gli attacchi dell'intendente, il quale non ha esitato ad includere il nome di Polikuska nella lista degli uomini destinati a servire nell'esercito dello Zar. La padrona si batte appunto per impedire che il servo venga allontanato dal villaggio. A Polikuska viene affidato un importante incarico: egli dovrà recarsi in città per ritirare una forte somma di denaro, una somma favolosa per un povero uomo come lui. Ma la fortuna non gli è amica: durante il viaggio di ritorno egli s'addormenta ed al suo risveglio egli non trova più né il suo logoro berretto, né il denaro che vi aveva nascosto. Giunto al villaggio, Polikuska riesce a nascondere a tutti la sua intima tragedia e, dopo aver salutato la moglie e i figli, si reca nel fienile per impiccarsi. All'ultimo momento giunge la salvezza: un caso fortuito lo strappa alla morte, e un abitante del villaggio, avendo ritrovata per la strada la busta col denaro, la restituisce a Polikuska. Questi riceverà dalla padrona l'intera somma in premio della sua onestà.

CRITICA

"Il film, che trasporta sullo schermo una novella di Tolstoi, è condotto con impegno e realizzato con dignità. Ottima l'interpretazione di Folco Lulli". (Segnalazioni Cinematografiche).

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica