Vieni a vivere a Napoli2016

SCHEDA FILM

Vieni a vivere a Napoli

Anno: 2016 Durata: 88 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:Edoardo De Angelis|Francesco Prisco|Guido Lombardi

Specifiche tecniche:HD, DCP

Tratto da:-

Produzione:ALESSANDRO E ANDREA CANNAVALE PER RUN FILM SRL, IN COLLABORAZIONE CON RAI CINEMA E CON A.MI.CA PRODUCTION SRL E ANGELA BRANCACCIO

Distribuzione:EUROPICTURES (2017)

ATTORI

Gianfelice Imparato nel ruolo di ("Nino e Yoyo")
Antonella Morea nel ruolo di ("Nino e Yoyo")
Marco Li nel ruolo di ("Nino e Yoyo")
Moussa Mone nel ruolo di ("Nino e Yoyo") Moses Mone
Filippo Cangiano nel ruolo di ("Nino e Yoyo") Pippo Cangiano
Riccardo Zinna nel ruolo di ("Nino e Yoyo")
Salvatore Cantalupo nel ruolo di ("Nino e Yoyo")
Massimiliano Andrei nel ruolo di ("Nino e Yoyo")
Massimo Andrei nel ruolo di ("Nino e Yoyo")
Marianna Mercurio nel ruolo di ("Nino e Yoyo")
Loretta De Falco nel ruolo di ("Nino e Yoyo")
Franco Javarone nel ruolo di ("Nino e Yoyo")
Antonio Casagrande nel ruolo di ("Luba")
Teresa del Vecchio nel ruolo di ("Luba")
Valentina Lapushova nel ruolo di ("Luba")
Yuliya Mayarchuk nel ruolo di ("Luba")
Mimmo Esposito nel ruolo di ("Luba")
Antonio Milo nel ruolo di ("Luba")
Ciro Capano nel ruolo di ("Luba")
Massimiliano Gallo nel ruolo di ("Magnifico Shock")
Miriam Candurro nel ruolo di ("Magnifico Shock")
Diggamaralalage Bagya Lankapura nel ruolo di ("Magnifico Shock")
Saman Anthony nel ruolo di ("Magnifico Shock")
Pippo Pelo nel ruolo di ("Magnifico Shock")
Peppe Mastrocinque nel ruolo di ("Magnifico Shock")
Pasquale Amoroso nel ruolo di ("Magnifico Shock")
Marco Mario de Notaris nel ruolo di ("Magnifico Shock")
Salvatore Misticone nel ruolo di ("Magnifico Shock")
Giovanni Esposito nel ruolo di (tutti gli episodi)
 

MUSICHE

Ceres, Riccardo
 

MONTAGGIO

Peluso, Lorenzo
 

COSTUMISTA

Aprea, Rossella

TRAMA

Il film è composto da tre racconti che disegnano un moderno manifesto del cinema partenopeo "stemperato" nei toni della commedia ed è un omaggio all'intera città, vista come capitale dell'accoglienza e dell'integrazione multietnica. Una città abitata da un popolo tradizionalista che incontra culture diverse. "Nino e Yoyo" - Una donna napoletana, Anna, fa da balia ad un bambino cinese, una "moda" sempre più diffusa a Napoli. Le famiglie cinesi preferiscono affidare i loro figli nelle ore di lavoro a delle donne napoletane che così riescono ad arrotondare lo stipendio mensile. Tutto va per il meglio fino al giorno in cui Anna vince un concorso premio per un viaggio di una settimana. Chiederà al fratello portiere, Nino, "nemico" da sempre del popolo cinese, di occuparsi di Chang il giovane bambino cinese. Da qui lo sviluppo della storia che porterà alla nascita di una bellissima amicizia tra il portiere e il bambino con un finale davvero "esplosivo". "Luba" - Luba Volkova vanta un passato da star. Dei suoi gloriosi fasti da presentatrice televisiva in Ucraina, però, le resta nient'altro che qualche malinconico ricordo. Dopo che il marito, rilevante politico locale, finisce in galera per uno scandalo di mazzette, ecco che anche la sua carriera da conduttrice naufraga miseramente. Luba, così, per tirare avanti, si ritrova costretta, come tante sue connazionali, a sbarcare in Italia, a Napoli per l'esattezza, a prestare servizio come badante di un vecchio burbero e malato. Il lavoro si rivela più duro del previsto e, in seguito a un banale incidente di distrazione, viene licenziata e cacciata di casa, ritrovandosi sola e spaesata ad affrontare la notte nelle minacciose strade di Napoli. "Magnifico Shock" - Amila Diggamaralalage Bagga Lankapira è stato appena assunto in un bar del centro storico per portare la colazione negli uffici. La prima cosa che gli hanno insegnato è che non deve rientrare senza farsi pagare. Purtroppo ancora non sa quanto possa essere difficile rispettare questa semplice ma essenziale regola.

CRITICA

"I fratelli produttori Cannavale hanno (...) usato tutto il mini budget a disposizione per «Vieni a vivere a Napoli» mirando - l'iddio del cinema gliene renda merito - alla competenza registica, la valentia del caste l'accuratezza di confezione. Tre episodi, dunque, per tre registi accomunati dall'intento di cogliere flash della società multietnica da un punto d'osservazione arguto, disincantato, bonario ma soprattutto anticonvenzionale; cioè espurgato, per dirla tutta, delle ostilità xenofobe ma anche delle pantomime dell'«ammore» e della «diversità» da cabaret autopromozionale. (...) Risate garantite e disseminate su fondali talvolta già sfruttati eppure toccati dalla grazia di neo-munacielli eduardiani come l'Esposito che fa da trait d'union tra uno scorcio e l'altro del cunto meno corrivo che si potesse oggi immaginare tra i cunti della nostra odiosamata città." (Valerio Caprara, 'Il Mattino', 23 marzo 2017)

Trova Cinema

Box office
dal 23 al 26 marzo

Incasso in euro

  1. 1. La Bella e la Bestia  6.923.885
    La Bella e la Bestia

    Rivisitazione live-action dell'omonimo classico d'animazione del 1991, racconta il fantastico viaggio di Belle, giovane donna brillante, bellissima e dallo spirito indipendente che viene fatta prigioniera dalla Bestia e cos...

  2. 2. The Ring 3  772.015
  3. 3. John Wick - Capitolo 2  766.314
  4. 4. Kong: Skull Island  729.537
  5. 5. Il diritto di contare  574.010
  6. 6. Logan - The Wolverine  472.107
  7. 7. Un tirchio quasi perfetto  253.468
  8. 8. Questione di karma  215.804
  9. 9. Beata ignoranza  179.870
  10. 10. Loving  151.069

Tutta la classifica