Passione1969

SCHEDA FILM

Passione

Anno: 1969 Durata: 72 Origine: SVEZIA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:Ingmar Bergman

Specifiche tecniche:35 MM, PANORAMICA, TECHNICOLOR, EASTMANCOLOR

Tratto da:-

Produzione:LARS-OWE CARLBERG PER SVENSK FILMINDUSTRI E CINEMATOGRAPH

Distribuzione:DEAR - DVD: TEODORA FILM (2010)

ATTORI

Max von Sydow nel ruolo di Andreas Winkelmann
Liv Ullmann nel ruolo di Anna Fromm
Erland Josephson nel ruolo di Elis Vergérus
Bibi Andersson nel ruolo di Eva Vergérus
Erik Hell nel ruolo di Johan Andersson
Sigge Fürst nel ruolo di Verner
Svea Holst nel ruolo di Moglie di Verner
Annika Kronberg nel ruolo di Katarina
Hjordis Petterson nel ruolo di La sorella di Johan
Lars-Owe Carlberg nel ruolo di Poliziotto
Brian Wikström nel ruolo di Poliziotto
Barbro Hiort af Ornäs nel ruolo di Donna in sogno
Malin Ek nel ruolo di Donna in sogno
Britta Brunius nel ruolo di Donna in sogno
Brita Öberg nel ruolo di Donna in sogno
Marianne Karlbeck nel ruolo di Donna in sogno
 

SOGGETTO

Bergman, Ingmar
 

SCENEGGIATORE

Bergman, Ingmar
 

MONTAGGIO

Lundgren, Siv
 

SCENOGRAFIA

Lundgren, P.A.
 

COSTUMISTA

, Mago

TRAMA

Andreas Winkelman ha alle spalle un'esistenza tumultuosa e un matrimonio fallito, e per questo ha preferito trasferirsi sull'isola di Fårö, nel mar Baltico, dove vivere in completa solitudine. Il suo isolamento, però, viene rotto dall'incontro con le altre tre persone che vivono sul posto: Anna Fromm, una donna tormentata dal rimorso di aver provocato l'incidente automobilistico in cui persero la vita il marito e il figlio; Elis Vergerus, un architetto arido e cinico, e sua moglie Eva, una donna infelice e insoddisfatta. Dopo aver vissuto un breve e freddo rapporto con Eva, Andreas intreccia una relazione con Anna, e finisce con l'andare a convivere con lei. Entrambi desiderano dimenticare il passato e ritrovare la serenità, ma nessuno è in grado di curare la disperazione di un cuore ferito...

CRITICA

"Nonostante la parsimonia d'azione, la letterarietà dei dialoghi, la concentrazione delle reazioni psicologiche, il film possiede un fascino cinematografico dovuto allo splendore della fotografia e alla perfetta recitazione; possiede, inoltre, una potenza dialettica sottile consistente nell'immettere lo spettatore in un clima di riflessione sulla condizione umana più universale, fatta di dubbi, di desideri, di segrete ribellioni e di intimi contrasti, di passioni represse e soffocate dalla fragilità dell'individuo e dall'inconsistenza dei rapporti sociali." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 70, 1971)

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica