SCHEDA FILM

Passaporto per l'Oriente

Anno: 1951 Durata: 95 Origine: GRAN BRETAGNA Colore: -

Genere:COMMEDIA

Regia:Emil E. Reinert|Géza von Cziffra|Montgomery Tully|Romolo Marcellini|Wolfgang Staudte

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:ERMANNO DONATI PER A.L.C.E.-ALLEANZA CINEMATOGRAFICA EUROPEA (ROMA), FINCINE (ROMA), MAURICE J. WILSON PER UNITED ARTISTS (LONDRA),

Distribuzione:ANGLO-AMERICAN FILM (1952)

ATTORI

Anne Vernon nel ruolo di Jeannine
Annette Poivre
Arthur Gomez
Barbara Kelly nel ruolo di Lesley
Bonar Colleano nel ruolo di Bob Mitchell
Carl Jaffe nel ruolo di Frate
Charles Irwin
Danny Green nel ruolo di Livinsky
Dany Daubetson
Enzo Staiola nel ruolo di Un Ragazzo Nel Cortile
Eva Bartok nel ruolo di Kathaline
Geoffrey Sumner nel ruolo di Wingoo
Gina Lollobrigida nel ruolo di Maria
Ivan Craig
Karin Himbold nel ruolo di Charlotte
Lamberto Maggiorani
Lana Morris nel ruolo di Delia
Liliana Tellini
Lily Kahn nel ruolo di Charlady
Marcello Mastroianni nel ruolo di Aldo Mazzetti
McDonald Kork
Oleth Orr
Philippe Leaver
Raymond Bussières nel ruolo di Fratello Di Jeannine
Vera Monnar
 

MONTAGGIO

Rootes, Maurice

TRAMA

Bob Mitchell, pilota della Raf, avendo perso la memoria in seguito ad un incidente accorsogli, viene ricoverato in un ospedale militare in America. Unici documenti di quel passato, che non ricorda, sono: un portasigarette con la fotografia d'un bimbo e cinque banconote, ciascuna delle quali porta scritto il nome d'una città europea e quello d'una donna. Lesley Mac Dermott, giovane collaboratrice del settimanale 'Famiglia', induce il proprio direttore ad inviare lo smemorato, in qualità d'inviato speciale, in Europa, alla ricerca delle donne e del bimbo. A Roma egli rintraccia la donna, con la quale ha avuto soltanto fugaci rapporti. Anche le donne, ch'egli ritrova a Vienna, a Berlino e a Parigi gli ricordano soltanto delle rapide avventure. A Londra cerca inutilmente Bette Braum, il cui nome è scritto su una banconota. Una sera riceve una lettera, firmata Delia, che l'invita al Circo Romanoff: egli vi si reca e in un bimbo addormentato nel carrozzone di Delia riconosce il bimbo della fotografia. Ora affluiscono i ricordi: Delia è sua sorella, il bimbo è suo nipote, egli stesso ha fatto parte del circo come acrobata. Bette Braum è il soprannome, che gli ufficiali davano al maggiore. Bob sposerà Lesley, cui deve l'aver ritrovato sé stesso.

CRITICA

"Intitolato inizialmente "Racconto di cinque città" e dopo aver cambiato titolo due volte, è giunto finalmente sui nostri schermi questo film parzialmente italiano, che alla resa dei conti, si è rivelato meno peggio di quanto il lungo ritardo facesse supporre. La trama tuttavia appare più frammentaria e slegata del necessario e non esente da prolissità." (Alberto Albertazzi, "Intermezzo", 17, 15 settembre 1952)

Trova Cinema

Box office
dal 14 al 17 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica