SCHEDA FILM

Parigi è sempre Parigi

Anno: 1951 Durata: 95 Origine: FRANCIA Colore: B/N

Genere:COMMEDIA

Regia:-

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:FORTEZZA FILMS, OMNIUM INTERNATIONAL

Distribuzione:MINERVA FILM - CD VIDEOSUONO

TRAMA

Una comitiva d'italiani si reca a Parigi per assistere all'incontro di calcio Italia-Francia. Della comitiva fanno parte tra gli altri la famiglia De Angelis, composta di padre, madre e figlia col relativo fidanzato, e due giovanotti, amici inseparabili. Ciascuno spera il massimo nella breve sosta di ventiquattr'ore nella "Ville Lumière". Madre e figlia pensano soprattutto ai negozi di moda e ai parrucchieri per signore; il padre, dopo la rituale visita ai monumenti, si affida ad un vecchio amico, un barone spiantato, che dovrebbe fargli da guida per la sognata Parigi galante, quella delle facili avventure. Le signore, dopo un infelice esperimento in una casa di bellezza, finiranno con il fare un affannoso giro attraverso i locali caratteristici, che le lascerà insoddisfatte. Il padre intanto, seguendo l'amico barone, trascorre il pomeriggio nella bottega d'un antiquario e la sera tra avventure poco piacevoli e tutt'altro che galanti. Soltanto il più giovane della comitiva, che non si aspettava nulla, trova il vero amore in una piccola giornalaia. I due, dopo aver trascorso una serata felice in un modesto dancing, si separano con le lacrime agli occhi, promettendosi di scriversi.

CRITICA

"Il film consta di una serie d'episodi, che non si fondono in un tutto armonico; il lavoro manca quindi d'unità, mentre la lentezza del ritmo nuoce all'interesse." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 30, 1951) "Il secondo film di Emmer ci riporta il tono cordiale e la tecnica scaltra di 'Domenica d'agosto'. Là era la scoperta della spiaggia popolare di Ostia: in 'Parigi è sempre Parigi' è la scoperta della 'Ville Lumière' da parte di una comitiva di italiani (...). Emmer segue ora l'uno ora l'altro dei suoi personaggi, ma questa volta non riesce a equilibrare e proporzionare le diverse storie." (Tullio Kezich, 'Rassegna del Film', 1, febbraio 1952)

Trova Cinema

Box office
dal 11 al 14 luglio

Incasso in euro

  1. 1. Arrivederci professore  515.484
    Arrivederci professore

    Quando Richard, professore universitario di mezz'età, scopre di avere un cancro allo stadio terminale, decide di rivoluzionare la sua vita e godersi a pieno il tempo che gli rimane. La sua complicata relazione sentimentale ...

  2. 2. Pets 2 - Vita Da Animali  478.576
  3. 3. Aladdin  370.377
  4. 4. La Bambola Assassina  302.746
  5. 5. X-Men: Dark Phoenix  283.069
  6. 6. Il traditore  145.432
  7. 7. I morti non muoiono  137.394
  8. 8. Rapina a Stoccolma  95.631
  9. 9. Godzilla 2  91.006
  10. 10. Il grande salto  54.683

Tutta la classifica