SCHEDA FILM

Obiettivo "Brass"

Anno: 1978 Durata: 110 Origine: USA Colore: C

Genere:POLIZIESCO

Regia:-

Specifiche tecniche:PANAVISION, 35 MM (1:2.35) SCOPE

Tratto da:romanzo "The Algonquin Project" di Frederick Nolan

Produzione:BERLE ADAMS ARTHUR LEWIS PER MGM

Distribuzione:CIC (1979) - MGM HOME ENTERTAINMENT

TRAMA

Al termine della II° Guerra Mondiale, mentre per ordine del generale Patton si sta trasferendo segretamente a Francoforte un grosso deposito di lingotti d'oro della Reichsbank, il treno speciale viene bloccato in una galleria; i 59 uomini della scorte vengono uccisi con il gas e l'oro viene fatto scomparire. Il generale americano, piccato per lo scacco subìto e rimproverato malignamente dal collega russo, decide di fare luce sull'impresa a tutti i costi prima di venire richiamato in Patria. Mentre il colonnello Rogers, direttore della Criminal Investigation Division, finge di far indagare i suoi complici, McCauley e Glichrist, il generale Patton affida l'incarico analogo al maggiore Joe De Lucca poiché, come gli è stato fatto notare dal giovane assistente Dawson, l'operazione è stata fatta secondo uno schema già usato proprio da De Lucca in Italia per una delle sue imprese di sabotaggio contro i Tedeschi. Rogers, cervello del colpo, fa sparire ad uno ad uno i complici e tutti coloro che gli possono impedire di mettere le mani sulla refurtiva e il suo obiettivo finale è proprio Patton. Ma, quando Joe ritrova Mara, una sua vecchia amica polacca, a suo tempo compagna del sedicente killer professionista Peter Shelley, i piani del nemico divengono chiari...

CRITICA

"Nonostante che l'ambiente sia quello della Seconda Guerra Mondiale, il film è un poliziesco-avventuroso di grosso impegno spettacolare. La vicenda, come è di regola in questo genere, si sviluppa lentamente e con diversi colpi di scena; i misteri sono fitti, anche se il cospiratore Rogers è presentato come tale al pubblico sin dalle prime sequenze. L'interesse e la curiosità hanno il loro perno nel De Lucca e nei suoi pochi ma volenterosi collaboratori. Lo spettacolo, inoltre, secondo moduli tradizionali, è basato sulle ricostruzioni d'ambiente e sulle buone caratterizzazioni dei numerosi interpreti di sicuro mestiere. Il film, tuttavia, manca di impegno tematico e solo alcune figure offrono una sostanza umana che conferisce un poco di dignità a delle avventure che finirebbero per essere fini a se stesse." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 86, 1979)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica