New York, New York1977

SCHEDA FILM

New York, New York

Anno: 1977 Durata: 153 Origine: USA Colore: C

Genere:MUSICALE

Regia:Martin Scorsese

Specifiche tecniche:35 MM, PANAVISION, TECHNICOLOR

Tratto da:-

Produzione:CHARTOFF-WINKLER PRODUCTIONS

Distribuzione:UNITED ARTISTS - WARNER HOME VIDEO (GLI SCUDI), DVD: 20TH CENTURY FOX HOME ENTERTAINMENT

ATTORI

Liza Minnelli nel ruolo di Francine Evans
Robert De Niro nel ruolo di Jimmy Doyle
Lionel Stander nel ruolo di Tony Harwell
Barry Primus nel ruolo di Paul Wilson
Mary Kay Place nel ruolo di Bernice Bennett
Georgie Auld nel ruolo di Frankie Harte
George Memmoli nel ruolo di Nicky
Dick Miller nel ruolo di Proprietario del Palm Club
Murray Moston nel ruolo di Horace Morris
Lenny Gaines nel ruolo di Artie Kirks
Clarence Clemons nel ruolo di Cecil Powell
Kathi McGinnis nel ruolo di Ellen Flannery
Adam David Winkler nel ruolo di Jimmy Doyle Jr.
Frank Sivero nel ruolo di Eddie Di Muzio
Don Calfa nel ruolo di Gilbert
William Tole nel ruolo di Tommy Dorsey
David Nichols (II) nel ruolo di Arnold Trench
Harry Northup nel ruolo di Alabama
Bernie Kuby nel ruolo di Giudice di pace
Bill Baldwin nel ruolo di Presentatore al Midnight
Bill McMillan nel ruolo di Secondo Disc-Jockey
Bruce L. Lucoff nel ruolo di Secondo tassista
Casey Kasem nel ruolo di Disc-jockey al Midnight Bird
Diahnne Abbott nel ruolo di Cantante nel locale ad Harlem
Dimitri Logothetis nel ruolo di Impiegato dell'albergo
Harold Ross nel ruolo di Terzo tassista
Jay Salerno nel ruolo di Autista del pullman della band
Jon Cutler nel ruolo di Musicista della Frankie Harte Band
Louis Guss nel ruolo di Fowler
Margo Winkler nel ruolo di Donna litigiosa
Mary Lindsay nel ruolo di Ragazza con il cappello
Nicky Blair nel ruolo di Tassista
Norman Palmer nel ruolo di Impiegato del Waldorf Astoria
Selma Archerd nel ruolo di Moglie del giudice di pace
Steven Prince nel ruolo di Produttore discografico
 

SOGGETTO

Mac Rauch, Earl
 
 

MUSICHE

Burns, Ralph
 

SCENOGRAFIA

Leven, Boris
 
 

EFFETTI

Albain, Richard

TRAMA

Il 2 settembre 1945, mentre New York festeggia la resa del Giappone, il giovane sassofonista Jimmy Doyle adocchia, tra la folla riunita nel salone di un grande albergo, una ragazza, Francine Evans, e dopo un assiduo corteggiamento, riesce a conquistarla. Francine è un'ottima cantante, per cui sia lei che Jimmy trovano un impiego prima in un night, poi in una orchestra sempre in giro per la provincia. Quando il direttore dell'orchestra si ritira, Jimmy, che intanto ha sposato Francine, ne prende il posto. Quando alla coppia nasce un figlio, i due, invece di sentirsi più uniti, vedono aggravarsi i contrasti dovuti ai caratteri, che già cominciavano a incrinare il loro rapporto. Da quel giorno, anche le loro carriere divergono: Francine è ormai una diva, non solo della canzone ma anche del cinema, mentre Jimmy ha un lungo periodo di oscurità e la allontana da sé. Rimasto solo però, Jimmy si riprende e diventa un idolo del "jazz". Dopo qualche tempo, i due si rivedono, forse si vogliono ancora bene: ma stavolta è Francine a respingere Jimmy per sempre.

CRITICA

"Storia di un amore guastato da uno stupido orgoglio maschile e, soprattutto, dalla gelosia professionale, il film si inserisce da un lato nel filone del cosiddetto 'revival', attraverso un'operazione di nostalgico recupero di certo clima degli anni Cinquanta e, dall'altro, nel novero delle opere che analizzano criticamente il mondo dello spettacolo, mostrandocene lo spietato mercantilismo, le rivalità e, in primo luogo, il contrasto che prima o poi in esso si determina tra le sue 'ragioni' e quelle umane, tra la ricerca del successo e una normale vita affettiva. Da sentire, soprattutto, per i famosi motivi musicali dell'epoca in cui è ambientato, e da vedere, per la ricchezza dell'impasto spettacolare e la bravura degli interpreti, il film è una sorta di 'commedia in musica' - qualcosa di ben diverso, cioè, dal classico musical americano - in cui realismo e comicità, umorismo e ironia si trovano fusi quasi alla perfezione." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 84, 1978) "La mano di Scorsese si sente: nella vitalità nevrotica che imprime ai personaggi, nell'afflato con cui ricrea l'aria del tempo. La colonna musicale farà liquefare di nostalgia i 'fans' di ogni età. Lionel Stander è forse un po' sprecato". ("Telesette") "'New York, New York' è il meglior film di Scorsese: quello in cui dimostra maggior grinta e più alta sapienza registica. Il film è imbastito su una serie di sequenze dal virtuosismo strepitoso e, nello stesso tempo, mai fine a se stesso". (Callisto Cosulich, "Paese Sera")

Trova Cinema

Box office
dal 7 al 10 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica