Nella mente del serial killer2004

SCHEDA FILM

Nella mente del serial killer

Anno: 2004 Durata: 106 Origine: FINLANDIA Colore: C

Genere:AZIONE, POLIZIESCO, THRILLER

Regia:-

Specifiche tecniche:DELUXE

Tratto da:-

Produzione:AVENUE PICTURES PRODUCTIONS, DIMENSION FILMS, INTERMEDIA FILM EQUITIES LTD., OUTLAW PRODUCTIONS, IN COLLABORAZIONE CON WEED ROAD PICTURES, TONNA OY

Distribuzione:EAGLE PICTURES (2005)

TRAMA

Sette tirocinanti di un corso dell'FBI sui vari profili psicologici deviati, cercano di mettere in pratica, all'interno del loro gruppo, quello che hanno appreso. Inaspettatamente però, si scopre che, proprio in mezzo a loro, si nasconde un serial killer e il loro test finale consiste nello scoprirlo in una caccia all'uomo che li mette tutti in gioco...

CRITICA

"Il paesaggio ferrigno in cui i personaggi si muovono è molto bene ideato dallo scenografo inglese Charles T.H. Wood, gli attori non sono inferiori ai loro ruoli, il clima pauroso e pesante è del tutto percepibile: eppure c'è nel film qualcosa di artificioso e finto (un meccanismo che si vuole perfetto, il volontaristico paradosso del poliziotto-vittima) che lo rende poco interessante. Diversamente da quanto pensano alcuni produttori, non bastano i cadaveri a fare un thriller, forse ci vuole un poco più di sottigliezza e di convinzione. Gli sceneggiatori Kramer-Brodbin hanno ricavato il copione da un libro del primo, Wayne Kramer, sudafricano; il regista Renny Harlin, ex marito di Geena Davis, non dirigeva un film così distratto dai tempi del suo 'Cliffhanger' con Sylvester Stallone." (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 28 agosto 2005) "La tecnica è quella dei dieci piccoli indiani: trovare il colpevole tra i meno accreditati. Vedi questo gruppo di sette agenti Fbi che su una base segreta studia per scoprire i serial killer, ma uno di loro è già laureato: realtà o finzione? Si va per esclusione, anche se l' emozione è sempre frenata dalla banalità confusa degli accadimenti e dalle psicologie fintamente aggrovigliate. La seconda parte è un poco più mossa e il duello finale sott'acqua rischia di sembrare originale. Per l'occasione, partecipazioni straordinarie di Christian Slater e Val Kilmer." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 2 settembre 2005)

Trova Cinema

Box office
dal 19 al 22 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica