Mr. Brooks2007

SCHEDA FILM

Mr. Brooks

Anno: 2007 Durata: 95 Origine: USA Colore: C

Genere:DRAMMATICO, THRILLER

Regia:Bruce A. Evans

Specifiche tecniche:ARRIFLEX 535B, KODAK VISION2 100T 5212, VISION2 500T 5218, 35 MM (1:1.85)

Tratto da:-

Produzione:KEVIN COSTNER, RAYNOLD GIDEON E JIM WILSON PER TIG PRODUCTIONS, MGM, EDEN ROCK MEDIA, ELEMENT FILMS, RELATIVITY MEDIA

Distribuzione:BUENA VISTA INTERNATIONAL ITALIA

ATTORI

Kevin Costner nel ruolo di Mr. Earl Brooks
Demi Moore nel ruolo di Detective Tracy Atwood
Dane Cook nel ruolo di Mr. Smith
William Hurt nel ruolo di Marshall
Marg Helgenberger nel ruolo di Emma Brooks
Ruben Santiago-Hudson nel ruolo di Hawkins
Danielle Panabaker nel ruolo di Jane Brooks
Aisha Hinds nel ruolo di Nancy Hart
Lindsay Crouse nel ruolo di Capitano Lister
Jason Lewis nel ruolo di Jesse Vialo
Reiko Aylesworth nel ruolo di Sheila
Matt Schulze nel ruolo di Thorton Meeks
Yasmine Delawari nel ruolo di Sunday
Michael Cole nel ruolo di Avvocato di Atwood
Kit Gwin nel ruolo di Detective Carfagno
Marcus Hester nel ruolo di Detective Smolny
Stephen Michael Ayers nel ruolo di Mr. Clifford
Steve Coulter nel ruolo di Roger
 
 

MUSICHE

Djawadi, Ramin
 

MONTAGGIO

Wright, Miklos
 

SCENOGRAFIA

Beecroft, Jeffrey
 

COSTUMISTA

Makovsky, Judianna

TRAMA

Uomo d'affari di successo, generoso filantropo, padre amorevole e marito affettuoso. Apparentemente la vita di Earl Brooks sembra perfetta e senza macchia, ma dietro la facciata di distinto gentiluomo si nasconde uno spietato killer, guidato da un malvagio alter ego, la cui segreta attività viene messa in pericolo da Smith, fotografo amatoriale e testimone involontario del suo ultimo delitto, che non esita a trarre vantaggio dagli scatti fortuiti. Nella sfida mortale tra Brooks e Smith si inseriscono le indagini della detective Tracy Atwood, donna tenace e dai metodi poco ortodossi, sulle tracce dell'efferato assassino.

CRITICA

"Potevano stare nel 'Grande freddo' insieme ma il montaggio finale di Lawrence Kasdan ha tenuto separati il cinquantaduenne Kevin Costner e il cinquantasettenne William Hurt per 24 anni. Un vero peccato visto che i loro duetti sono la cosa migliore del thriller 'Mr. Brooks' di Bruce A. Evans, sceneggiatore veterano qui alla sua seconda regia. (...) Se tutti gli uomini del film sono sorprendentemente inquietanti (c'è un giovane fotografo voyeur di affascinante amoralità), il poliziotto donna (Demi Moore) che indaga sulle malefatte di Mr. Brooks è il personaggio più scialbo. Ma in tempi di effetti speciali e sequel senz'anima, è comunque un miracolo che Hollywood sforni un discreto thriller cattivo per un pubblico adulto con attori adulti. Diventerà una curiosità nel tempo." (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 5 ottobre 2007) "'Mr Brooks' è Mr Kevin Costner alle prese con una doppia personalità: di giorno imprenditore di successo, di notte spietato serial killer. Mogliettina e figliola lo attendono a casa, un testimone scomodo assieme ad una poliziotta segugio lo aspettano per punirlo. Intrigante l'idea di variare l'immagine consolidata di icona buonista per Costner (che però vaga spaesato tra la batcaverna sotto casa), e la stracult di 'Mr Brooks': un doppio in carne ed ossa, proiezione del proprio sé criminale. La presenza di Marshall/Hurt imbarazza e impalla lo sguardo spettatoriale, mentre l'intreccio thrilling è inverosimile quando l'ipotesi è proprio quella di rendere verosimile il testo. La musicaccia di Ramin Djawadi colonizza il padiglione uditivo, Demi Moore è alla ricerca di un ruolo diverso dal 'Soldato Jane'. Unico motivo d'interesse: i papillon di Mr Brooks." (Davide Turrini, 'Liberazione', 5 ottobre 2007) "Anche i film brutti hanno una loro utilità cinematografica. Spesso permettono di scoprire cose che film riusciti riescono meglio a nascondere. Come di fronte all'opera di un tassidermista non molto competente, che lascia intravedere sotto la pelle di un animale o tra le piume di un uccello la struttura che dà forma al suo lavoro, permettendo di spiare trucchetti ed errori. Per 'Mr. Brooks' succede così: alla fine esci decisamente insoddisfatto dalla visione di questo thriller con ambizioni metaforiche ma anche più edotto sui vizi di un'industria che non sembra più capace di ritrovare un autentico e positivo rapporto con i generi cinematografici." (Paolo Mereghetti, 'Corriere della Sera', 5 ottobre 2007) "Ecco un bel film sbagliato. L'infelice sceneggiatura dello stesso regista B.A. Evans, accumula, specie nel finale, elementi sufficienti per una saga fanta-psicologica. (...) Una curiosa vicenda un po' thriller, forse verbosa ma stimolante. Un brutto/bel film che merita una visita per l'originalità." (Adriano De Carlo,'Il Giornale', 5 ottobre 2007)) "Thriller per star hollywoodiane in fase discendente, 'Mr. Brooks' è un prodotto pieno di ambizioni irrealizzate. Il protagonista sembra discendere dal 'borghese demoniaco' dell'espressionismo tedesco; e all'espressionismo fa pensare anche il personaggio di William Hurt, sorta di 'doppio' mefistofelico che lo segue ovunque. Però lo sviluppo della vicenda delude le aspettative; l'aura di mistero si dirada lasciando il posto, verso il finale, a un paio di scene truculente. Ti aspetti, a questo punto, un epilogo con il killer e la poliziotta a distanza ravvicinata; e invece il film prende un andamento imprevisto, che ti lascia con l'appetito insoddisfatto." (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 5 ottobre 2007) "La sorpresa è che l'unione dei riciclati fa la forza, tanto da rinvigorire la pletorica e poco plausibile trama del film di Bruce A. Evans, fino a ieri noto come sceneggiatore. A ciò che racconta 'Mr. Brooks' non credi neanche per un minuto, ma stai lì vedertelo per virtù delle cupe atmosfere e dei diversi talenti di un trio attoriale che ha ancora notevoli risorse." (Alessandra Levantesi, 'La Stampa', 5 ottobre 2007)

Trova Cinema

Box office
dal 20 al 23 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  2.396.109
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Sonic. Il film  1.445.090
  3. 3. Parasite  1.401.083
  4. 4. Odio l'estate  980.701
  5. 6. Dolittle  586.384
  6. 7. 1917  451.440
  7. 8. Fantasy Island  351.059
  8. 9. Jojo Rabbit  199.387
  9. 10. Il diritto di opporsi  114.843

Tutta la classifica