Max Payne2008

SCHEDA FILM

Max Payne

Anno: 2008 Durata: 100 Origine: USA Colore: C

Genere:AZIONE, DRAMMATICO, THRILLER

Regia:John Moore

Specifiche tecniche:35 MM (1:2.35)

Tratto da:omonimo video game (di: Remedy Entertainment e 3-D Realms Entertainment) ideato da Sam Lake

Produzione:ABANDON ENTERTAINMENT, COLLISION ENTERTAINMENT, DUNE ENTERTAINMENT, FIRM FILMS, FOXTOR PRODUCTIONS

Distribuzione:20TH CENTURY FOX ITALIA

ATTORI

Mark Wahlberg nel ruolo di Max Payne
Mila Kunis nel ruolo di Mona Sax
Beau Bridges nel ruolo di BB Hensley
Ludacris nel ruolo di Jim Bravura
Donal Logue nel ruolo di Alex Balder
Chris O'Donnell nel ruolo di Jason Colvin
Joel Gordon nel ruolo di Owen Green
Kate Burton nel ruolo di Nicole Horne
Rico Simonini nel ruolo di Detective Amerini
Ted Atherton nel ruolo di Detective Shipman
Bill Boyd nel ruolo di Autista di Bravura
Marianthi Evans nel ruolo di Michelle Payne
Warren Belle nel ruolo di Detective Greene
Genadijs Dolganovs nel ruolo di Misha
Andrew Friedman nel ruolo di Trevor Duncan
Nelly Furtado nel ruolo di Christa Balder
Jamie Hector nel ruolo di Lincoln Deneuf
Siobhan Murphy nel ruolo di Jackie
Amaury Nolasco nel ruolo di Jack Lupino
Conrad Pla nel ruolo di Capitano Bowen
Olga Kurylenko
 

SOGGETTO

Lake, Sam
 

SCENEGGIATORE

Thorne, Beau
 

MUSICHE

Beltrami, Marco
 

MONTAGGIO

Zimmerman, Dan
 

SCENOGRAFIA

Dorrance, Daniel T.
 

COSTUMISTA

Little, George L.
 

TRAMA

Max Payne è un poliziotto cui sono state uccise la moglie e la figlia neonata da criminali sotto l'effetto di Valkyr, una nuova droga. Determinato a trovare i produttori e gli spacciatori della droga, si fa arruolare nella DEA, la Drug Enforcement Agency, per stranare i colpevoli e compiere un'adeguata e liberatoria vendetta. Si troverà a combattere con la famiglia mafiosa che controlla il mercato del Valkyr e, accusato ingiustamente della morte di un collega, verrà braccato anche la polizia. Calato in una situazione di incubo, continuerà la sua lotta solitaria.

CRITICA

"Sembra una trama seria, e forse lo è, ma la fonte è un famoso videogame. Con Wahlberg e Kunis." (Alberto Crespi, 'L'Unità', 28 novembre 2008) "Poca luce, sia morale sia materiale: i personaggi si muovono in un limbo tecnologico che non dà molte emozioni e che appartiene al finto cinema. Non so se esista un'epica, né tanto meno un'etica, del video-cinema, ma questi personaggi, a metà tra il vecchio Callaghan di Eastwood e i giustizieri della notte di Bronson con qualche accenno pure al sempre di corsa Bourne, appartengono ai primordi di un genere che qui il regista John Moore, esperto di remakes, si limita a rinfrescare con gli effetti digitali ma rispettando le qualità dell'originale videogioco. Il suo film migliore rimane Dietro le linee nemiche, ma qui i tempi del videoplay non si assimilano a quelli sintetici del racconto che utilizza le riprese in soggettiva mettendo lo spettatore nei panni del ribelle protagonista Payne. Ma gli effetti più speciali sono chiamati phantom, il che permette un approccio diverso di slow motion chiamato bullet-time, nel solco dei proiettili al ralenti inaugurati da 'Matrix'. Mark Wahlberg, passato dalle boogie nights del porno alla ricerca degli scandali perduti, a queste notti truci di violenza, corre e spara dopo aver dichiarato in privato la sua estraneità, come padre, alla pedagogia del fantasy per educare il suo piccino. La bellona di turno è Mila Kunis, l'invecchiato Beau Bridges e nel gruppo si distingue anche l'ex giovane e moschettiere Chris O'Donnell." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 28 novembre 2008) "Il regista John Moore ha fatto in questo senso le cose perbenino, ricorrendo a un sistema di cineprese che permette di adottare il bullet-time, ossia il marchingegno che permette di conferire più vigore veristico al tradizionale processo di slow motion delle immagini. Tutto sta nella predisposizione di platea: qualora si gradisca un tourbillon adrenalinico e fine a se stesso, il gioco vale la candela; ma se al cinema si chiede di sprigionare una tensione epica, meglio procurarsi i vecchi dvd dei giustizieri della notte alla Charles Bronson." (Valerio Caprara, 'Il Mattino', 29 novembre 2008)

Trova Cinema

Box office
dal 20 al 23 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  2.396.109
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Sonic. Il film  1.445.090
  3. 3. Parasite  1.401.083
  4. 4. Odio l'estate  980.701
  5. 6. Dolittle  586.384
  6. 7. 1917  451.440
  7. 8. Fantasy Island  351.059
  8. 9. Jojo Rabbit  199.387
  9. 10. Il diritto di opporsi  114.843

Tutta la classifica