SCHEDA FILM

Magic moments

Anno: 1984 Durata: 118 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:Luciano Odorisio

Specifiche tecniche:PANORAMICO A COLORI

Tratto da:-

Produzione:GIANFRANCO PICCIOLI, GAETANO STUCCHI PER HERA INTERNATIONAL FILM, RAI RADIOTELEVISIONE ITALIANA

Distribuzione:CIDIF

ATTORI

Stefania Sandrelli nel ruolo di Francesca
Sergio Castellitto nel ruolo di Roberto
Fabio Traversa nel ruolo di Ben
Rodolfo LaganÓ nel ruolo di Cico
Paola Tiziana Cruciani nel ruolo di Cica
Shereen Sabet nel ruolo di Steffi
Clara Colosimo nel ruolo di Madre di Francesca
Piero Natoli nel ruolo di Marcello
Nando Paone nel ruolo di Paolino
Laurie Sherman nel ruolo di Finta Marilyn
Maria Grazia Scucimarra nel ruolo di Luciana
Antonella Ruggiero
Davide Perino nel ruolo di Dado
Giorgio Tirabassi
Isarco Ravaioli nel ruolo di Amico della spogliarellista
Lilli Carati nel ruolo di La spogliarellista
 
 

MUSICHE

Matia Bazar
 

MONTAGGIO

Montanari, Sergio
 

SCENOGRAFIA

Ricci Poccetto, Elena
 

COSTUMISTA

Ercole, Nicoletta

TRAMA

Fra i tanti che aspirano ad inserirsi in qualche modo nell'orbita romana della tv, ci sono Roberto (detto Bo) che coltiva sogni di glorie registiche, Ben, un altro provinciale approdato nella Capitale con idee di produzione ed il giovane Cico, un comico dilettante. Mentre quest'ultimo si perde presto dietro alle grazie di Cica, una bancarellara simpatica quanto schietta e pratica, e mentre Ben si estenua in penose attese, Bo si innamora (ricambiato) di Francesca, che giÓ lavora in televisione per servizi sulla moda e sui giovani. Ne nasce una relazione, della quale anche gli altri due amici sono felici, ma i due si lasciano dopo poco tempo. Due anni e nove mesi dopo per˛, una comune amica informa Bo che questa ha avuto un bel bambino. L'idea che il figlio sia suo affascina Bo che, fattosi assumere una prima volta con uno stratagemma come "baby-sitter", si installa poi in casa di Francesca come "tuttofare". La donna, anche se prova per Bo un sincero affetto, ama la propria libertÓ, non vuole legami e, ha molti impegni di lavoro, che la costringono a essere spesso fuori casa. Francesca comunque Ŕ decisa a non dire mai a Bo chi Ŕ il padre del bambino. Bo, che si Ŕ improvvisato casalinga, pensa lui al "mÚnage" e il piccolo lo adora. Per˛ alla fine subentra la disillusione e, anche se - a detta di Francesca - la tv ha finalmente approvato, Bo decide di andarsene. Anche i vecchi amici, delusi, pensano ad altro: Ben si Ŕ addirittura ridotto a vendere cimeli (falsi) del mondo cinematografico. Solo a Cico pare che sia andata bene (ma su di un piano diverso): ricusate le proprie velleitÓ di attore, ha sposato Cica e i due aspettano con gioia un figlio mentre, al posto della modesta bancarella di un tempo, vi Ŕ ora un elegante locale. Tutti i sogni di gloria i programmi e le sognate produzioni televisive sono giÓ solamente ricordi di illusioni sbiadite.

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica