Lo sbirro, il boss e la bionda1993

SCHEDA FILM

Lo sbirro, il boss e la bionda

Anno: 1993 Durata: 97 Origine: USA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:-

Specifiche tecniche:35 MM, PANORAMICA, TECHNICOLOR

Tratto da:-

Produzione:BARBARA DE FINA E MARTIN SCORSESE PER UNIVERSAL PICTURES, MAD DOG PRODUCTIONS

Distribuzione:UIP - CIC VIDEO

TRAMA

Ironicamente soprannominato "Mad Dog" a causa della sua timidezza, Dobie è un agente della polizia criminale di Chicago. Una sera Dobie sventa una rapina in una drogheria locale e, senza volerlo, salva la vita a Frank Milo, un gangster ed usuraio del posto. Milo, spinto dalla gratitudine, invita l'agente nel suo night-club, gli presenta una delle sue bariste, Glory. Per ripagare Dobie per avergli salvato la vita, Milo insiste affinché egli accetti Glory come dono per una settimana. Dapprima piuttosto a disagio per questa offerta, Dobie si accorge pian piano di essere sempre più attratto dalla ragazza e s'innamora di lei, preparandosi ad una resa dei conti molto pericolosa con Milo.

CRITICA

"Interpretazioni strepitose: De Niro, un impiegato che si vorrebbe artista (fotografa la città delinquente su cui investiga, in immagini dense come quadri), è magnifico in una recitazione sottotono; Bill Murray, un delinquente che si vorrebbe comico (si impone come entertainer battutista nel proprio locale notturno) è bravissimo. Tutt'e due esprimono al meglio la contraddizione tra l'essere e il voler essere, la confusione dei sentimenti: e fanno ridere molto." (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 29.05.93) "E' un film così sottile e inconsueto, sotto la buccia del genere che in America è stato un 'flop'. Speriamo che qui vada meglio perché McNaughton, Price e gli attori, fino all'ultimo caratterista, fanno a gara per spiazzarci, insistendo dove altri avrebbero sorvolato o mettendo dolcezza dove ci aspetteremmo violenza e via sorprendendo. Come in ogni amore che si rispetti." (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 2.06.93) "Strepitoso duetto tra l'interpretazione di un De Niro tornato in forma e quella del nuovo asso Bill Murray. Humour, tenerezza, linearità drammaturgica, toni agrodolci e dialoghi brillanti: dedicato a tutti gli spettatori che del cinema non amano le chiacchiere ma i fatti." (Valerio Caprara, 'Il Mattino', 30.05.93)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica