Les chansons d'amour2006

SCHEDA FILM

Les chansons d'amour

Anno: 2006 Durata: 100 Origine: FRANCIA Colore: C

Genere:MUSICALE, ROMANTICO

Regia:Christophe Honoré

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:ALMA FILMS, FLACH FILM, CNC, CANAL+, CINECINEMA

Distribuzione:-

ATTORI

Louis Garrel nel ruolo di Ismaël
Ludivine Sagnier nel ruolo di Julie
Chiara Mastroianni nel ruolo di Jeanne
Clotilde Hesme nel ruolo di Alice
Brigitte Roüan nel ruolo di Madre
Jean-Marie Winling nel ruolo di Padre
Grégoire Leprince-Ringuet nel ruolo di Erwann
Alice Butaud nel ruolo di Jasmine
Yannick Renier nel ruolo di Gwendal
Estéban Carjaval nel ruolo di Amico di Erwann
 

SCENEGGIATORE

Honoré, Christophe
 

MUSICHE

Beaupain, Alex
 

MONTAGGIO

Hymans, Chantal
 

SCENOGRAFIA

Deshors, Samuel
 

COSTUMISTA

Canitrot, Pierre

TRAMA

Tutte le canzoni che parlano d'amore raccontano le stesse storie. C'è chi ama troppo e chi non sa decidersi, chi è incapace di vivere senza la persona amata e chi cerca di farsi perdonare dopo un tradimento. Queste sono soltanto alcune delle storie e questi sono alcuni dei personaggi che si incontrano e tentano di farsi comprendere.

CRITICA

"Difficile amare fino in fondo 'Les chansons d'amour', così azzardato e parigino da far vacillare perfino i più accesi suiveurs delle cinecontorsioni transalpine. Eppure, malgrado lo sfacciato proselitismo (ogni maschio infelice nasconde un gay inconsapevole), questa tragedia musicale ambientata in una Parigi dominata dall'incombente Sarkozy (bel tempismo: è il primo film della nuova era), getta uno sguardo curioso sul nuovissimo disordine amoroso dei venti-trentenni odierni, che tra famiglie iper-tolleranti e arditi triangoli bisex scoprono loro malgrado che non si sfugge alla morte e nemmeno allo spleen. (...) Troppo facile ironizzare per tenere a bada l'emozione, sempre dietro l'angolo in questo film fragile e diseguale. Saranno le belle canzoni di Alex Beaupain (cantate dagli attori con le loro voci sporche ma giuste), sarà che in amore tutte le geometrie finiscono per assomigliarsi, ma la scommessa di Honoré vale il tempo che chiede allo spettatore. E le scene in cui Chiara Mastroianni, sorella premurosa della morta, sorprende Garrel prima con un'altra ragazza, poi addirittura con un ragazzo, sono un bel momento insieme ironico e toccante." (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 19 maggio 2007) "'Les Chansons d' amour' di Christophe Honoré e 'Boarding Gate' di Olivier Assayas per le proiezioni di mezzanotte seguono un percorso autoriale molto simile: massima attenzione alla messa in scena anche a scapito della sceneggiatura. E infatti i due impianti narrativi finiscono per essere il lato più debole di entrambi i film. Tanto deboli da inficiare il risultato finale. (...) Il regista ha scelto di affidare i momenti cruciali del film alle canzoni di Alex Beaupain, nella convinzione che i loro testi, anche se ingenui, possono esprimere concetti e sentimenti reali. Ma quello che in 'Parole, parole, parole...' di Resnais era un modo brechtiano per riflettere sui rapporti tra sentimento e sentimentalismo, qui finisce per ridursi a un troppo meccanico percorso tra nostalgia musicale (Demy è il grande convitato di pietra) e amore cinefilo (davvero non si contano le citazioni!)." (Paolo Mereghetti, 'Corriere della Sera', 19 maggio 2007) "Un esemplare da museo della pretensione cinéfila alla parigina, che tenta di sostenere la sua storiellina con intermezzi in musical di cui Alex Beaupain è il reo confesso. Due ragazze e un ragazzo, i contrattempi del ménage à trois, poi lui si realizza scoprendosi gay: dispiace solo che nell'immangiabile soufflé sia coinvolta Chiara, figlia di quel Mastroianni che ben altro ha dato e ricevuto dal cinema francese." (Valerio Caprara, 'Il Mattino', 19 maggio 2007)

Trova Cinema

Box office
dal 14 al 17 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica