Le pagine della nostra vita2004

SCHEDA FILM

Le pagine della nostra vita

Anno: 2004 Durata: 121 Origine: USA Colore: C

Genere:DRAMMATICO, SENTIMENTALE

Regia:Nick Cassavetes

Specifiche tecniche:PANAVISION - DELUXE, 2.35 : 1

Tratto da:romanzo di Nicholas Sparks

Produzione:AVERY PIX, GRAN VIA, NEW LINE CINEMA

Distribuzione:01 DISTRIBUTION (2005)

ATTORI

Ryan Gosling nel ruolo di Noah Calhoun
Rachel McAdams nel ruolo di Allie Hamilton giovane
James Garner nel ruolo di Duke/Noah Calhoun anziano
Gena Rowlands nel ruolo di Allie Calhoun anziana
James Marsden nel ruolo di Lon Hammond
Sam Shepard nel ruolo di Frank Calhoun
David Thornton nel ruolo di John Hamilton
Joan Allen nel ruolo di Anne Hamilton
Kevin Connolly nel ruolo di Fin
Tim Ivey nel ruolo di Rower
Starletta DuPois nel ruolo di Infermiera Esther
Anthony-Michael Q. Thomas nel ruolo di Infermiere Keith
Ed Grady nel ruolo di Harry
Jennifer Echols nel ruolo di Infermiera Selma
Geoffrey Knight nel ruolo di Barker
Jamie Brown nel ruolo di Martha Shaw
Heather Wahlquist nel ruolo di Sara Tuffington
Andrew Schaff nel ruolo di Matthew Jamison III
Barbara Weetman
Bradley D. Capshaw nel ruolo di Soldato ferito
Cheryl Cantrell
Chuck Pacheco nel ruolo di Autista bus
Cullen Moss nel ruolo di Bodee
Daniel Chamblin
Daniel Czekalski nel ruolo di Ufficiale reclute
Deborah Hobart nel ruolo di Zia Kitty
Elizabeth Bond nel ruolo di Segretaria di Lon
Erin Guzowski
Eve Kagan
Frederick Bingham nel ruolo di Postino
Hugh Robertson nel ruolo di Pastore
James Middleton nel ruolo di Aaron
James Scott Deaton nel ruolo di Soldato ferito
John A. Cundari
Jonathan Parks Jordan
Jude Kitchens
Julianne Keller Lewis nel ruolo di Davanee
Kweli Leapart nel ruolo di Willa
Leslea Fisher
Lindy Newton nel ruolo di Heather Lynn
Madison Wayne Ellis nel ruolo di Noah Jr.
Mark Garner
Mark Johnson nel ruolo di Fotografo
Matt Shelly
Matthew Barry nel ruolo di Dottor Barnwell Matt Barry
Meredith O'Brien nel ruolo di Sig.ra Tuffington
Meredith Zealy nel ruolo di Maggie
Michael D. Fuller
Milton Buras
Nancy De Mayo nel ruolo di Mary Allen
Obba Babatundé
Pat Leonard nel ruolo di Tenente Davis
Patricia Buckley-Moss nel ruolo di Ballerina
Peter Rosenfeld nel ruolo di Professore
Rebecca Koon nel ruolo di Zia Georgia
Renèe Amber
Riley Novak nel ruolo di Edmund
Robert Fraisse
Robert Ivey nel ruolo di Sarto
Robert Washington nel ruolo di Elgin
Ronald Betts nel ruolo di Infermiere
Sandra W. Van Natta nel ruolo di Zia Jeanette
Sasha Azevedo
Scott Ritenour
Sherrill Turner nel ruolo di Linda Jean
Stephanie Wheeler
Sylvia Jefferies nel ruolo di Rosemary
Tim O'Brien nel ruolo di Sig. Tuffington
Todd Lewis nel ruolo di Reporter
Traci Dinwiddie nel ruolo di Veronica
 

SOGGETTO

Sparks, Nicholas
 

SCENEGGIATORE

Leven, Jeremy
Sardi, Jan
 

MUSICHE

Zigman, Aaron
 

MONTAGGIO

Heim, Alan
 

SCENOGRAFIA

Knowles, Sarah
 

COSTUMISTA

Wagner, Karyn

TRAMA

In una casa di riposo, un uomo anziano sta leggendo a una donna, anche lei anziana, pagine sbiadite dal tempo di vecchi quaderni di appunti. Le sta narrando la storia di due giovani innamorati, Noah Calhoun e Allie Hamilton. Dopo una splendida estate passata insieme, Noah e Allie, provenienti da ceti sociali differenti, sono costretti a separarsi poiché i genitori di lei non approvano i loro sentimenti. Nel frattempo scoppia la Seconda Guerra Mondiale, Noah parte per il fronte e Allie, non ricevendo alcuna notizia dal suo innamorato, si fidanza con Lon, un giovane benestante che piace molto alla sua famiglia. Finita la guerra Noah torna a casa e decide di restaurare un'antica casa per accogliere Allie, se lei lo vorrà. La ragazza però, si trova a dover scegliere tra contraddire i desideri dei suoi genitori o seguire il suo cuore...

CRITICA

"Tratto dal romanzo di Nicholas Sparks, diretto dal figlio di John Cassavetes e interpretato anche dalla vedova di lui, Gena Rowlands, il film è ineguale, con momenti belli, abbastanza forte da evitare le possibili melensaggini. Tra gli attori, tutti apprezzabili e bravi, Sam Shepard e Joan Allen." (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 24 giugno 2005) "Confidando nella lettura evocativa e nella fede di Dio, 'The Notebook, le pagine della nostra vita' trae origine da un romanzo di Nicholas Sparks, macinatore di best seller melensi che giocano sulla rima cuore e amore. Difficile spremerne qualcosa che riesca a superare il buonsentimentalismo esasperato che gronda da tutte le parti. Infatti Nick Cassavetes, che si è cimentato alla regia, ha dovuto seguire i binari tracciati dalla vicenda. L'unico merito che va ascritto al rampollo di John, nato quando babbo firmava un capolavoro come 'Shadovs' è stato quello di coinvolgere mamma Gena Rowlands nella parte della donna smarrita nel buio della malattia. Accanto a lei James Garner si accolla l'ingrato compito dell'innamorato indomito, che non sente ragione ma si alimenta solo del suo sentimento irrefrenabile." (Antonello Catacchio, 'Il Manifesto', 24 giugno 2005) "'Le pagine della nostra vita', titolo un po' pomposo rispetto all'originale 'The Notebook', è il quarto film da regista di Nick Cassavetes, e probabilmente è il migliore. E' un'opera classica, di recitazione e confezione: un film che papà John non avrebbe mai diretto, ma in fondo è un bene che il figlio non tenti di scimmiottare un padre talmente unico e geniale. (...) 'Le pagine della nostra vita' è un viaggio in una passione che non conosce le ingiurie del tempo. Dietro il film c'è un romanzo di Nicholas Sparks, classe 1965, esperto in storie d'amore un po' zuccherose: aveva già ispirato 'Le parole che non ti ho detto', con Kevin Costner e Paul Newman. Qui c'è meno melassa, e le parti ambientate nel 1940 hanno un sapore di verità, grazie anche alle ottime prove dei due attori, Ryan Gosling e Rachel McAdams, che interpretano Noah e Allie da giovani. Film un po' 'retrò', per famiglie e per innamorati di ogni età." (Alberto Crespi, 'L'Unità', 24 giugno 2005) "'Le pagine della nostra vita' di Nick Cassavetes è un inno al romanticismo, non c'è dubbio. E il film scorre fra baci, stormi di oche in volo e tramonti come se piovesse. D'altra parte, chi può credere ancora in un sentimento più forte di tragedie, equivoci e guerre, se non il cinema? Il figlio di John Cassavetes, a questa ricetta, aggiunge due ingredienti: sua madre Gena Rowlands, che regala intensità al film, e lo scrittore Nicholas Sparks ('Le parole che non ti ho detto'), per solleticare emozioni senza nessuna pietà. Il risultato è una storia d'amore come non se ne vedevano da anni, ma come se ne sono già viste parecchie, condita con la sadica intuizione che l'amore vero è quello impossibile." (Roberta Bottari, 'Il Messaggero', 24 giugno 2005) "Concediamo pure che i figli debbano prendere le distanze dai padri: però quelle che separano Nick Cassavetes dal grande papà John sono addirittura stellari. Se il genitore, uno dei fondatori del cinema moderno, era maestro di sobrietà e ironia, il rampollo mostra una netta inclinazione per il sentimentalismo, unito a un'irrefrenabile pulsione calligrafica. Tratto dal best-seller di Nicholas Sparks, il suo film sembra una fotocopia (in peggio) di 'Iris' (...) Chi al cinema si diverte a piangere, non esiti troppo; soltanto, non dimentichi di portarsi appresso un'abbondante scorta di kleenex; il film di Kassavetes è un'autentica bomba lacrimogena. Il che non equivale a dire che sia commovente. Non basta la presenza di Gena Rowlands, mamma di Nick nella vita, brava ma grado tutto nel personaggio dell'anziana ma malta che ha affidato i sommovimenti del cuore al suo diario intimo. I guai arrivano dai lunghissimi flashback ambientati intorno alla seconda guerra mondiale, dove i loro alter-ego giovani fanno l'amore litigarello a puntate. Mentre gli interpreti Ryan Gosling e Rachel McAdams, s'ingegnano onorevolmente a dare ai personaggi un taglio moderno in una storia vecchia maniera, il regista li sabota col suo tremendo vezzo di farli aggirare tra laghetti colmi di papere e tramonti di fuoco solcati da gabbiani in volo. Rendendo esplicita un'intenzione di 'fare sublime' che, a tratti, scivola spietatamente nel ridicolo." (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 1 luglio 2005)

Trova Cinema

Box office
dal 28 al 1 dicembre

Incasso in euro

  1. 1. Cetto c'è, senzadubbiamente  2.479.936
    Cetto c'è, senzadubbiamente

    Un nuovo episodio legato a Cetto La Qualunque......

  2. 2. L'ufficiale e la spia  1.215.362
  3. 4. Le ragazze di Wall Street - Business i$ Business  577.263
  4. 5. Countdown  385.254
  5. 6. La famiglia Addams  379.466
  6. 7. Depeche Mode - Spirits in the Forest  325.788
  7. 8. Sono solo fantasmi  305.527
  8. 9. Parasite  295.915
  9. 10. Il giorno più bello del mondo  290.668

Tutta la classifica