L'attore scomparso1941

SCHEDA FILM

L'attore scomparso

Anno: 1941 Durata: 78 Origine: ITALIA Colore: -

Genere:-

Regia:Gennaro Righelli|Luigi Zampa

Specifiche tecniche:-

Tratto da:un'idea di Theo Lingen

Produzione:RAIMONDO PERRETTA PER L'IMPERIAL FILM

Distribuzione:ICI

ATTORI

Vivi Gioi nel ruolo di L'attrice
Maria Mercader nel ruolo di L'attrice ingenua
Stefano Sibaldi nel ruolo di L'attore
Giulio Donadio nel ruolo di Commissario di Polizia
Carlo Campanini nel ruolo di L'altro attore
Lauro Gazzolo nel ruolo di Impresario
Bianca Della Corte nel ruolo di Figlia dell'impresario
Maria Jacobini nel ruolo di Moglie dell'impresario
Virgilio Riento nel ruolo di Il trovarobe
Arturo Bragaglia nel ruolo di Il suggeritore
Carlo Lombardi nel ruolo di Il "grande attore"
Manuel Roero nel ruolo di Il regista Manuel D'Alzara
Carlo Romano
Clelia Bernacchi
Corrado De Cenzo
Giampaolo Rosmino
Ileana Persi
Livia Minelli
Mario Molfesi
Massimo Pianforini
Valentina Cortese
 
 

MONTAGGIO

Chiarini, Tullio
 

SCENOGRAFIA

Pinzauti, Giorgio

TRAMA

Durante la rappresentazione di una pochade un attore deve rinchiudersi in un armadio per poi riuscirne, scoperto dal marito tradito. Ma l'attore scompare dall'armadio e la recita deve essere sospesa. Un commissario di polizia che si trovava in teatro in seguito ad una sibillina lettera anonima, sale sul palcoscenico, impedisce al pubblico di uscire dalla sala ed inizia una serrata inchiesta per venire a capo della misteriosa scomparsa. Tra la sorpresa generale l'attore viene poi identificato nel pompiere di servizio: poiché la commedia gli sembrava troppo banale, ha ideato uno stratagemma per provocare delle situazioni che, uscendo dalla finzione scenica, mettessero in luce i caratteri dei veri personaggi. La trovata piace al pubblico che applaude sinceramente e l'attore ottiene una nuova scrittura.

CRITICA

"[...] un film che ci ha meravigliato assai di vedere in cartellone proprio nella stanca indifferenza di questa infuocata stagione, e, a nostro avviso, avrebbe benissimo e meglio di tanti altri film igurato in più favorevole e attenta stagione. [...] La regia di Luigi Zampa dà luce fresca e snellezza al racconto. Non c'è mai l'abuso della situazione drammatica né l'insistenza sul tono misterioso che, pur nel trucco palese della vicenda, avrebbe potuto far gola. [...] La recitazione è l'unico elemento del film in cui qualche difetto viene a galla, forse appunto perché deve fare sullo schermo il teatro anche quando si voglia semplicemente caricaturarlo è fra le imprese più difficili che si presentino al lavoro di attore". (Giuseppe Isani, "Cinema", 124, 25 agosto 1941). "Malgrado il carattere farsesco della vicenda, l'insistenza su certe posizioni moralmente equivoche, consigliano di riservare la visione del film agli adulti". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 14, 1941)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica