L'ARCIDIAVOLO1940

SCHEDA FILM

L'ARCIDIAVOLO

Anno: 1940 Durata: 84 Origine: ITALIA Colore: -

Genere:-

Regia:Tony Frenguelli

Specifiche tecniche:-

Tratto da:TRATTO DALLA COMMEDIA OMONIMA DI GHERARDO GHERARDI

Produzione:FIDES FILM

Distribuzione:ENIC

ATTORI

Anna Canonico
Antimo Reyneri nel ruolo di Il Radiotelegrafista
Arnaldo Mochetti
Augusto Di Giovanni nel ruolo di De Torres
Bigliocchi
Carlo Ninchi nel ruolo di Cap. Fares
Checco Rissone
Enrico Glori nel ruolo di Maurizio
Ettore Norchini
Germana Paolieri nel ruolo di Corinna
Giacomo Moschini
Guido Lazzarini nel ruolo di Barone Mariano
Jone Salinas nel ruolo di Erika Villa
Laura Nucci nel ruolo di Gisella
Lily Minas nel ruolo di Grazia
Luigi Pavese nel ruolo di Carlo
Luisella Beghi nel ruolo di Nora
Mario Gallina nel ruolo di Bernardo Villa
Nicoletta Parodi
Osvaldo Genazzani nel ruolo di Paolo
Pina Renzi nel ruolo di Contessa Lubinsky
 

MUSICHE

Ruccione, Mario
 

SCENOGRAFIA

Montori, Alfredo

TRAMA

Dall'omonima commedia di Gherardo Gherardi. Il diavolo in persona prende il posto di capitano su di un panfilo che reca a bordo alcune coppie di ricconi, i quali hanno deciso - per fuggire alle noie della vita e della convivenza sociale - di intraprendere una crociera senza mèta ne limite di tempo. Il diavolo, che li conosce tutti peccatori, legati come sono da illeciti rapporti tra di loro, li vuole spingere a macchiarsi ancora di colpa per poi affondare la nave e condurre le loro anime all'inferno. Ma la meschinità delle vittime che Satana ha prescelto è tale che, pur colpevoli non osano di infrangere apertamente quella parvenza di onestà mondana che vela le loro brutture. Il demonio, allora, non li ritiene neanche degni dell'inferno e li abbandona a vagare in eterno sul loro panfilo rifiutati dal cielo, dalla terra e da Satana.

CRITICA

"(...) Esterno e aforistico è anche il donchisciottismo del protagonista, quel suo vano dibattersi contro la realtà prosaica delle sue vittime. Si crede difficilmente alla sua essenza e al suo potere infernale. Il regista Frenguelli doveva chiedere di più alle risorse e alle menzogne tecniche del cinema per illudere lo spettatore e persuaderlo che quello li è veramente il diavolo: e invece tutta la diavoleria si riduce ai soliti unghioni sataneschi o a qualche gioco di spettrale illuminazione. L'interpretazione è abbastanza sostenuta(..)". (S. De Feo, "Il Messaggero", 22 aprile 1941).

Trova Cinema

Box office
dal 20 al 23 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  2.396.109
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Sonic. Il film  1.445.090
  3. 3. Parasite  1.401.083
  4. 4. Odio l'estate  980.701
  5. 6. Dolittle  586.384
  6. 7. 1917  451.440
  7. 8. Fantasy Island  351.059
  8. 9. Jojo Rabbit  199.387
  9. 10. Il diritto di opporsi  114.843

Tutta la classifica