Lama tagliente1996

SCHEDA FILM

Lama tagliente

Anno: 1996 Durata: 130 Origine: USA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:PANAVISION, 35 MM (1:1.85)

Tratto da:'one-man-show' omonimo di Billy Bob Thornton

Produzione:BRANDON ROSSER, DAVID L. BUSCHELL PER SHOOTING GALLERY

Distribuzione:MIRAMAX INTERNATIONAL - CECCHI GORI HOME VIDEO

TRAMA

Karl Childers è un ritardato mentale con un passato infelice. La sua infanzia è stata uno stillicidio di supplizi e maltrattamenti inferti da una coppia di genitori fanatici e bigotti che credono sia venuto al mondo per punizione divina. La sua adolescenza è stata marcata ineluttabilmente dal suo essere stato educato in un ambiente di disadattati a seguito dell'omicidio di sua madre. Dimesso da un manicomio criminale contro la sua volontà, Karl si trova alle soglie dei quarant'anni a tornare nella cittadina natia per affrontare un'improbabile reintegrazione nella comunità civile. Il piccolo Frank Wheatley è il suo unico nuovo e vero amico; tale, da convincere la madre Linda ad accogliere Karl in casa da loro. Ma il patrigno di Frank, Doyle Hargraves, è un uomo violento, e per Karl si apre una pericolosa finestra su un passato rimosso...

CRITICA

"...E' un ottimo esempio di robusta sceneggiatura, illuminata regia e virtuosismo recitativo..." (Roger Ebert - Chicago Sun-Time) "...Toccante ma mai patetico, un film avvincente, meravigliosamente interpretato e girato... Thornton si esibisce in una performance da premio Oscar...". (Time Out Film) "Film interessante che, sullo sfondo dell'ambiente chiuso e ristretto del sud degli Stati Uniti, propone una vicenda drammatica e insieme realistica. La difficile crescita di un ritardato di mente che la famiglia non riconosce e che le strutture sanitarie cercano di allontanare si intreccia con altre, profonde situazioni di disagio sociale. Gli aspri rapporti interpersonali, la mancanza di stima e fiducia reciproca compongono il quadro di un disordine che è nella mente e nel cuore di ognuno, e poi si riversa su un tessuto sociale sfaldato e disordinato. Partito con buone intenzioni, il regista (e attore nel ruolo di Karl) preme poi troppo sul tasto del tragico, fino a toccare il melodramma e quindi ad andare un po' fuori misura. Qualche contraddizione la si verifica anche in ordine alla descrizione della pazzia di Karl, e non manca qualche concessione al patetismo. La storia procede quindi a corrente alternata." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 131, 2001)

Trova Cinema

Box office
dal 20 al 23 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  2.396.109
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Sonic. Il film  1.445.090
  3. 3. Parasite  1.401.083
  4. 4. Odio l'estate  980.701
  5. 6. Dolittle  586.384
  6. 7. 1917  451.440
  7. 8. Fantasy Island  351.059
  8. 9. Jojo Rabbit  199.387
  9. 10. Il diritto di opporsi  114.843

Tutta la classifica