SCHEDA FILM

La voglia matta

Anno: 1962 Durata: 110 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:COMMEDIA

Regia:Luciano Salce

Specifiche tecniche:-

Tratto da:novella "Una ragazza di nome Francesca" di Enrico La Stella

Produzione:ISIDORO BROGGI E RENATO LIBASSI PER D.D.L., LUX FILM, UMBRIA FILM

Distribuzione:D.D.L. - ASTORIA - CD VIDEOSUONO, RICORDI VIDEO, BMG VIDEO (PARADE), DVD: MEDUSA (2008)

ATTORI

Ugo Tognazzi nel ruolo di Antonio Berlinghieri
Catherine Spaak nel ruolo di Francesca
Gianni Garko nel ruolo di Piero
Franco Giacobini nel ruolo di Carlo Alberghetti
Fabrizio Capucci nel ruolo di Enrico
Diletta D'Andrea nel ruolo di Maria Grazia
Jimmy Fontana nel ruolo di Jimmy
Beatrice Altariba nel ruolo di Silvana
Oliviero Prunas nel ruolo di Veniero
Margherita Girelli nel ruolo di Marina
Lilia Neyung nel ruolo di La "cinese"
Luciano Salce nel ruolo di Bisigato
Corrado Pantanella nel ruolo di Flavio
Carla Mancini
Carlo Pes
Donatella Ferrara
Dory Hessan
Edy Biagetti
Elisabetta Marlo Rota
Jimmy il Fenomeno
Margherita Patti
Maria Marchi
Nino Fuscagni
Orfeo Bregilozzi
Salvo Libassi
Stelvio Rosi
 
 
 

SCENOGRAFIA

Azzini, Nedo
 

COSTUMISTA

Papi, Giuliano

TRAMA

L'ingegner Antonio Berlingheri, un industriale milanese, si reca a visitare il figliolo in un collegio. Lungo la strada, si imbatte in un gruppo di ragazzi diretti ad un pic-nic al mare, che lo sottopongono ad una serie di scherzi ed infine lo invitano a trascorrere con loro il giorno festivo. Berlingheri comincia a corteggiare una ragazza di sedici anni, Francesca, e se ne invaghisce. Ad un certo punto crede di essere tornato ad avere venti anni. Ma quando ha quasi dimenticato i suoi doveri, la giornata festiva termina. I ragazzi riprendono la strada di casa ed egli si reca dal figlio. Solo allora si accorge che è stata una breve animata parentesi nella sua vita.

CRITICA

"L'interesse del film nasce (...) dall'opposizione di due generazioni (...). Anche se espressi in modi comici, quest'opposizione e quest'abisso sono reali e costituiscono il vero argomento del film. (...) Sotto la sua apparenza svagata, il film è complesso e, a modo suo, nonostante squilibri, contraddizioni e cadute, inquietante. La sua stessa modernità di struttura narrativa non si sottrae alle riserve perché, giunto a metà, il film ha già chiarito la situazione senza riuscire poi a svilupparla". (Morando Morandini, 'Stasera', 16 marzo 1962).

Trova Cinema

Box office
dal 2 al 5 aprile

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica