SCHEDA FILM

La vita agra

Anno: 1963 Durata: 120 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:SATIRICO

Regia:Carlo Lizzani

Specifiche tecniche:35MM (1:1.66)

Tratto da:romanzo omonimo di Luciano Bianciardi.

Produzione:NINO E. KRISMAN PER FILM NAPOLEON

Distribuzione:EURO INTERNATIONAL FILM - FONIT CETRA VIDEO, DVD: SONY PICTURES HOME ENTERTAINMENT (2006)

ATTORI

Ugo Tognazzi nel ruolo di Luciano Bianchi
Giovanna Ralli nel ruolo di Anna
Giampiero Albertini nel ruolo di Libero
Nino Krisman nel ruolo di Il "Presidente"
Rossana Martini nel ruolo di Mara Bianchi
Elio Crovetto nel ruolo di Carletto
Pippo Starnazza nel ruolo di Segretario Biblioteca
Enzo Jannacci nel ruolo di Cantastorie in trattoria
Antonino Faà Di Bruno
Antonio Bruno
Augusto Bonardi
Elsa Asteggiano
Filiberto Conti
Furlanetto
Gianni De Luca
Giuliana Rivera
Maria Pia Arcangeli
Misa Pesaro
Paola Dapino
Pierangelo Priaro
Pupo De Luca
Regina Dinelli
Renato Terra
 
 

MUSICHE

Piccioni, Piero
 

MONTAGGIO

Fraticelli, Franco
 

SCENOGRAFIA

Tovaglieri, Enrico
 

COSTUMISTA

Della Corte, Dario

TRAMA

Addetto ai servizi culturali di una grande miniera, Luciano Bianchi viene licenziato. Per vendicare se stesso ed i minatori periti in una grave sciagura, Luciano si reca a Milano deciso a far saltare con la dinamite l'imponente grattacielo dove ha sede la società mineraria. Qui incontra Anna, giovane corrispondente di un giornale di sinistra, della quale s'innamora. Per poter vivere, Luciano s'adatta a fare il traduttore per una casa editrice, ma troverà la sua fortuna inserendosi brillantemente nella produzione di slogan pubblicitari. La sua genialità in questo lavoro, che egli tuttavia disprezza, gli varrà un'ottima assunzione presso la stessa società che lo aveva licenziato. La vecchia vendetta è ormai dimenticata e con essa la moglie ed il figlio che Luciano ha lasciato in provincia. Con Anna egli intende costruirsi una vita borghesemente comoda, ma l'amore tra i due svanisce con la ricchezza raggiunta. Alla stazione Luciano dà l'addio ad Anna e subito dopo accoglie la moglie ed il figlio, giunti a Milano per stabilirvisi definitivamente.

CRITICA

"Tratto dal romanzo di Bianciardi, il film risente della sua origine letteraria, soprattutto nell'eccessiva verbosità dei personaggi che rallenta notevolmente, a volte, il ritmo narrativo. La necessità di dare corpo all'esile trama, ha indotto il regista ad inserire nel film un numero eccessivo di divagazioni e di trovate non sempre coerenti con le intenzioni satiriche dell'assunto. Di buon livello la interpretazione dei due personaggi." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 56, 1964)

Trova Cinema

Box office
dal 20 al 23 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  2.396.109
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Sonic. Il film  1.445.090
  3. 3. Parasite  1.401.083
  4. 4. Odio l'estate  980.701
  5. 6. Dolittle  586.384
  6. 7. 1917  451.440
  7. 8. Fantasy Island  351.059
  8. 9. Jojo Rabbit  199.387
  9. 10. Il diritto di opporsi  114.843

Tutta la classifica