La signora in ermellino1948

SCHEDA FILM

La signora in ermellino

Anno: 1948 Durata: 89 Origine: USA Colore: C

Genere:ROMANTICO

Regia:Ernst Lubitsch|Otto Preminger

Specifiche tecniche:35 MM, TECHNICOLOR

Tratto da:ispirato all'operetta "Questo è il momento" di Rudolph Schanzer e Ernst Welisch

Produzione:ERNST LUBITSCH PER TWENTIETH CENTURY FOX FILM CORPORATION

Distribuzione:FOX

ATTORI

Betty Grable nel ruolo di Angelica/Francesca
Douglas Fairbanks Jr. nel ruolo di Ladislas Karolyi Teglas/Il duca
Cesar Romero nel ruolo di Il conte Mario
Walter Abel nel ruolo di Maggiore Howarth/Benvenuto
Reginald Gardiner nel ruolo di Alberto
Harry Davenport nel ruolo di Luigi
Virginia Campbell nel ruolo di Theresa
Whit Bissell nel ruolo di Giulio
David Bond nel ruolo di Gabor (non accreditato)
Edmund MacDonald nel ruolo di Capitano Novak (non accreditato)
Harry Cording nel ruolo di Orlando (non accreditato)
Jack George nel ruolo di Conte Giovanni (non accreditato)
Lester Allen nel ruolo di Jester (non accreditato)
Mary Bear nel ruolo di Isabella (non accreditata)
 

SCENEGGIATORE

Raphaelson, Samson
 

MONTAGGIO

Spencer, Dorothy
 

COSTUMISTA

Hubert, René
 

EFFETTI

Sersen, Fred

TRAMA

In un immaginario principato italiano, Francesca sta per sposare l'uomo dei suoi sogni, Mario, a cui ha conferito la carica nobiliare di conte. Il giorno prima delle nozze, però, un esercito di ussari minaccia il principato e, mentre Mario si unisce alle linee difensive, Francesca decide di non lasciare il castello per cercare di frenare la violenza degli invasori. L'ufficiale che comanda l'esercito, il duca Ladislas Teglas, si dimostra un uomo galante e intelligente e, non appena conquistato il maniero, si mette a completa disposizione della principessa. Tra i soldati catturati, però, c'è Mario e, per salvargli la vita, Ladislas chiede a Francesca di cenare con lui una sera. Sarà però una delle ave di Francesca, Angelica, la dama in ermellino, ad abbandonare il quadro da cui sorveglia il castello per sedurre e ammaliare il duca. La mattina dopo, quando si accorgerà di essere stato ingannato, ma di aver vissuto un vero e proprio sogno, Ladislas lascerà il castello, ma forse ora Francesca non desidera più sposare Mario...

CRITICA

"E' una fiaba, narrata piacevolmente, con lo stile dell'operetta, e realizzata con larghi mezzi. Adeguata l'interpretazione". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 27, 1950)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica