La porta del cielo1944

SCHEDA FILM

La porta del cielo

Anno: 1944 Durata: 88 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:DRAMMATICO, RELIGIOSO

Regia:Vittorio De Sica

Specifiche tecniche:35 MM (1:1.37)

Tratto da:tratto liberamente dal copione "La casa dell'angelo" di Piero Bargellini (non accreditato)

Produzione:CORRADO CONTI DI SENIGALLIA PER ORBIS FILM (DEL CENTRO CATTOLICO CINEMATOGRAFICO)

Distribuzione:LUX FILM (1945)

ATTORI

Marina Berti nel ruolo di La crocerossina
Elettra Druscovich nel ruolo di Filomena la governante
Massimo Girotti nel ruolo di Il giovane cieco
Roldano Lupi nel ruolo di Giovanni Brandacci il pianista
Carlo Ninchi nel ruolo di Accompagnatore del cieco
Maria Mercader nel ruolo di Maria
Giulio Alfieri nel ruolo di Signore anziano
Annibale Betrone nel ruolo di Medico del treno bianco
Enrico Ribulsi nel ruolo di Nipote del commerciante
Amelia Rossi Bissi nel ruolo di Signora Enrichetta
Tilde Teldi nel ruolo di Contessa crocerossina
Pina Piovani nel ruolo di Zia di Claudio
Elli Parvo nel ruolo di Signora provocante
Giovanni Grasso nel ruolo di Commerciante paraplegico
Giuseppe Forcina nel ruolo di L'ingegnere
Cristiano Cristiani nel ruolo di Claudio Gorini
Giulio Calì nel ruolo di Napoletano curioso
Teresa Mariani
Vittorio Cottafavi
 
 

MUSICHE

Masetti, Enzo
 

MONTAGGIO

Bonotti, Mario
 

SCENOGRAFIA

D'Angelo, Salvo

TRAMA

Nella commovente atmosfera di un treno bianco in viaggio verso Loreto, si inseriscono alcuni episodi di "casi" particolari: una vecchina che si reca alla Santa Casa per implorare la pace nella famiglia dove da tanti anni è a servizio come governante; un bimbo paraplegico accompagnato da una ragazza sola al mondo che lo assiste e lo conforta. I due entrano nelle simpatie di un ricco industriale - anch'egli paraplegico - il quale provvederà al loro sostentamento. Un giovane operaio, divenuto cieco a causa di un incidente sul lavoro, guidato da un suo ex collega tormentato dal rimorso di aver provocato l'incidente. Ed infine un valente pianista - cui una paralisi alla mano ha troncato una brillante carriera - che si è deciso al viaggio come tentativo disperato, senza però alcuna convinzione di fede. Il gruppo di sventurati si raccoglie nella Basilica e durante una suggestiva cerimonia invoca la guarigione dalla Madre Celeste...

CRITICA

"Il film è assai nobile, rivela in ogni istante una scrupolosa cura, ha sequenze notevoli, ma è per lo più esteriore. Gli manca quel brivido umano e profondo che avrebbe dovuto far vibrare queste diverse ed uguali vicende; si compiace dell'inquadratura (e ve ne sono di bellissime), insiste su primi piani dolenti senza supporre che finiranno per elidersi a vicenda, e la stessa insistenza impiega in effetti sonori, dai canti alle preghiere." (Mario Gromo, "La Nuova Stampa", 12 gennaio 1946.)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica