SCHEDA FILM

La legge

Anno: 1958 Durata: 126 Origine: ITALIA Colore: -

Genere:COMMEDIA

Regia:Jules Dassin

Specifiche tecniche:-

Tratto da:romanzo di Roger Vailland

Produzione:JACQUES BAR PER CITE' FILM (PARIGI), MALENO MALENOTTI PER GE.SI CINEMATOGRAFICA (ROMA)

Distribuzione:TITANUS

ATTORI

Gina Lollobrigida nel ruolo di Marietta
Pierre Brasseur nel ruolo di Don Cesare
Marcello Mastroianni nel ruolo di Enrico, l'agronomo
Yves Montand nel ruolo di Matteo Brigante
Melina Mercouri nel ruolo di Lucrezia, moglie di Don Cesare
Raf Mattioli nel ruolo di Francesco, figlio di Matteo
Vittorio Caprioli nel ruolo di Il commissario
Lydia Alfonsi nel ruolo di Giuseppina
Gianrico Tedeschi nel ruolo di Il disoccupato
Nino Vingelli nel ruolo di Pizzaccio
Paolo Stoppa nel ruolo di Tonio
Bruno Carotenuto nel ruolo di Balbo
Anna Maria Bottini nel ruolo di Maria
Edda Soligo nel ruolo di Giulia
Anna Arena nel ruolo di Moglie del commissario
Joe Dassin nel ruolo di Altro disoccupato
Marcello Giorda nel ruolo di Parroco
Luisa Rivelli nel ruolo di Elvira
Herbert Knippemberg nel ruolo di Turista svizzero
Teddy Billis nel ruolo di Giudice Alessandro
Franco Pesce
Sonny Barbieri
 

MUSICHE

Vlad, Roman

TRAMA

In un villaggio della Corsica è in uso un gioco, chiamato: 'il gioco della legge'. Si tratta di questo: nella bettola, davanti ad un boccale, si sceglie un capo, il quale, finché il vino non è consumato, ha il diritto di dire agli altri le più scottanti verità o malignità sul loro conto. Chi è preso di mira non ha il diritto di protestare. Analogamente in paese vige, al di sopra dell'autorità costituita, una legge cui tutti si sottomettono senza potervi sfuggire. Chi fa la legge è un vecchio signorotto, Don Cesare, che vive in un ampia casa circondato da uno sciame di donne. E' tra queste Marietta, figlia e nipote di servitori di Don Cesare. E' una ragazza giovanissima, energica, sensuale, prepotente, che s'innamora di un giovane agronomo, venuto dal continente, e per poterlo sposare ruba a un turista il portafoglio con cinquecentomila franchi. Un altro prepotente che vuole lui pure fare la legge, Matteo Brigante, cerca invano di sedurre Marietta e questa, per vendicarsi, lo sfregia e gli infila in tasca, vuoto, il portafoglio rubato, cosicché Matteo Brigante è accusato di furto. Mentre vuole comandare su gli altri, Matteo non riesce a far la legge in casa propria. Suo figlio Francesco s'innamora di Donna Lucrezia, la moglie del giudice: il padre fa in modo che la relazione sia troncata ma non può impedire che il figlio se ne vada di casa e che la donna finisca per uccidersi. Intanto per il vecchio Don Cesare s'avvicina la fine, ma prima di morire, egli scagiona Matteo Brigante, obbliga Marietta a restituire il denaro rubato e la nomina sua erede universale. Ella potrà quindi sposare l'agronomo.

CRITICA

"I risultati, per quanto artificiosamente forzati (...) conducono ad un panorama del tutto sbagliato: il paese degli uomini paghi, inetti e immeritevoli. Questo non è il dramma del nostro Sud. E Dassin, che sa come la pianta dell'ingiustizia e della sopraffazione alligni su tutte le terre, dovrebbe ammettere che la si combatte strappando radici diverse a seconda del paese in cui si trova." (T. Ranieri, "Bianco e Nero" 1/2, gennaio/febbraio 1960).

Trova Cinema

Box office
dal 28 al 1 dicembre

Incasso in euro

  1. 1. Cetto c'è, senzadubbiamente  2.479.936
    Cetto c'è, senzadubbiamente

    Un nuovo episodio legato a Cetto La Qualunque......

  2. 2. L'ufficiale e la spia  1.215.362
  3. 4. Le ragazze di Wall Street - Business i$ Business  577.263
  4. 5. Countdown  385.254
  5. 6. La famiglia Addams  379.466
  6. 7. Depeche Mode - Spirits in the Forest  325.788
  7. 8. Sono solo fantasmi  305.527
  8. 9. Parasite  295.915
  9. 10. Il giorno più bello del mondo  290.668

Tutta la classifica