La fuga di Teresa2011

SCHEDA FILM

La fuga di Teresa

Anno: 2011 Durata: - Origine: ITALIA Colore: C

Genere:DRAMMATICO, FILM TV

Regia:Margarethe von Trotta

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:TONINO NIEDDU, CLAUDIA MORI PER RAI FICTION, CIAO RAGAZZI!

Distribuzione:-

ATTORI

Alessio Boni nel ruolo di Stefano
Stefania Rocca nel ruolo di Laura
Nina Torresi nel ruolo di Teresa
Clara Dossena nel ruolo di Marta
Ninni Bruschetta nel ruolo di Fossati
Sandra Toffolatti nel ruolo di Dott.ssa Garrone
Alessandro Sperduti nel ruolo di Miki
Daniela Morozzi nel ruolo di Marcella
Erika Blanc nel ruolo di Giovanna
Alessandro Mizzi nel ruolo di Morra
Maria Grazia Bon nel ruolo di Giulia
Gaetano Aronica nel ruolo di Don Aldo
Paola Sambo nel ruolo di Madre di Miki
Maria Sole Mansutti nel ruolo di Loredana
Massimiliano Setti nel ruolo di Luca
Clara Salgado nel ruolo di Isabel
Marcela Serli nel ruolo di Madre paziente
Marzia Postogna nel ruolo di Infermiera
Glenda Delli nel ruolo di Anestesista
Davide Costantino nel ruolo di Ferrista
Federico Pieri nel ruolo di Medico
 

SCENEGGIATORE

Purgatori, Andrea
 

MONTAGGIO

Quaglia, Massimo
 

SCENOGRAFIA

Caprara, Walter
 

COSTUMISTA

Ercole, Nicoletta

TRAMA

Teresa è una sedicenne che non riesce ad accettare il suicidio della madre Laura e per conoscere la verità decide di scappare di casa per intraprendere un lungo viaggio con l'amico Miki, innamorato di lei. Ripercorrendo i luoghi e incontrando le persone del passato, Teresa scopre, infine, la triste e sconvolgente verità sulla morte della donna.

CRITICA

Dalle note di regia: "Quando mi è stato offerto di girare uno dei film della collana 'Mai per amore' ho accettato immediatamente perché il tema mi sta molto a cuore (...). Ho scelto di raccontare una storia di violenza psicologica all'interno di una famiglia borghese, apparentemente tranquilla e serena, dove tutto fila liscio. Spesso leggiamo di donne molestate, picchiate, uccise dai loro stessi uomini, ma si racconta pochissimo delle donne che giornalmente subiscono umiliazioni e atti di prevaricazione dentro le mura domestiche, dove una donna dovrebbe sentirsi al sicuro (...). Credo sia un problema abbastanza diffuso tra gli uomini, anche tra quelli colti, illuminati, che apparentemente combattono insieme alle loro compagne per l'emancipazione femminile, ma si sentono minacciati quando questa richiesta si manifesta nella loro casa e quindi li tocca personalmente (...). Non credo, però, che la violenza sulle donne, intendo fisica e psicologica, sia in aumento rispetto ad alcuni anni fa. Semplicemente oggi se ne parla di più, i media hanno deciso di occuparsene e le donne, per fortuna, hanno capito che il proprio aggressore va denunciato. È la prima volta che lavoro per la tv in Italia, ma ho accettato con piacere perché credo che attraverso la televisione si possa raggiungere un pubblico molto più vasto di quello cinematografico (...). Trovo, tra l'altro, che sia molto coraggioso decidere di mandare in onda sulla rete ammiraglia della Rai una serie che affronta una tematica così dolorosa. E, di contro, è giusto che sia così anche per contrastare tutti quei programmi che pensano che l'emancipazione della donna passi soltanto attraverso un bel sedere. Ma quelle donne, si sa, non fanno paura, anzi... A far paura sono quelle che vogliono usare la testa per far carriera."

Trova Cinema

Box office
dal 2 al 5 aprile

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica