SCHEDA FILM

LA FINE DELLA NOTTE

Anno: 1990 Durata: 95 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:PAOLO PAGNONI PER PAGNONI FILM

Distribuzione:MIKADO FILM - VIVIVIDEO

TRAMA

Claudio e Vincenzo, due amici: uno fa il meccanico l'altro lavora in una conceria. La loro vita scorre monotona fino al giorno in cui hanno una discussione con Meroni, un contadino che li ha sorpresi nella sua proprietà. Gli eventi precipitano. Il Meroni viene colpito, comincia così un'avventura angosciosa che porta i due amici ad uccidere, a rubare, a ricattare tutte le persone che incontrano durante la loro fuga.

CRITICA

"Grazie anche all'oculata scelta degli interpreti, Claudio Bigagli, già apprezzato in film dei Taviani e di Moretti nonché scrittore e drammaturgo, e Dario Parisini proveniente dalla scuderia di Avati, 'La fine della notte' s'impone per la grande autenticità dei caratteri e dei comportamenti, differenziati con sottigliezza di sfumature. Ma altrettanto s'impone la compattezza del racconto con le sue crudezze e tensioni mantenute su ritmi pacati che danno un senso malinconico d'ineluttabilità, come appunto in certi modelli d'oltreoceano, con più avvertibile rimando a 'La rabbia giovane' di Mallick. Non poche le idee di sceneggiatura tradotte in sequenze molto belle e significanti, come quella della corsa sul trattore attraverso i campi: più che un tentativo di fuga, un gioco dei disperati prima della fine. Conforme alla ricercatezza di stile è pure la splendida fotografia, prevalentemente notturna, dell'americano Robert Schaefer. Ed emblematico del mito cinematografico caro a Ferrario è il ruolo di un ex militare USA, il solo amico di cui dispongono i criminali senza causa, affidato a John Sayles, sceneggiatore e regista di punta nel cinema off-Hollywood." (Leonardo Autera, 'Il Corriere della Sera', 2 Giugno 1990) "Con motivato ammiccamento al genere noir che non diventa mai formalismo (eccellente giustificata la fotografia buia di Robert Shaefer e il periodare analitico del montaggio) 'La fine della notte' perde qualcosa soltanto quando il tragico fa i conti con lo stile freddo, spolpato d'emozioni e di reazioni caricate. Una scelta coraggiosa, che fa di questo film, finalmente, un esempio diverso e opposto al cinema italiano carino e commovente. L'equilibrio stilistico deve molto a Bigagli e Parisini, che risolvono creativamente i difficili personaggi, frammentati da un'istintività al limite della patologia, eppure così normali, vicini, insofferenti e sofferenti." (Silvio Danese, 'Il Giorno', 6 Giugno 1990) "'La fine della notte', arricchito dalla magica fotografia di Robert Schaefer e dalle ballate rauche e romantiche di Tom Waits, è un riuscito e vitalissimo incontro fra la tradizione del cinema indipendente americano e la ruvida pensosità di Ferrario, che con questo film si dimostra uno degli autori più interessanti dell'ultima generazione." (Vice, 'Il Giornale', 2 Giugno 1990)

Trova Cinema

Box office
dal 28 al 1 dicembre

Incasso in euro

  1. 1. Cetto c'è, senzadubbiamente  2.479.936
    Cetto c'è, senzadubbiamente

    Un nuovo episodio legato a Cetto La Qualunque......

  2. 2. L'ufficiale e la spia  1.215.362
  3. 4. Le ragazze di Wall Street - Business i$ Business  577.263
  4. 5. Countdown  385.254
  5. 6. La famiglia Addams  379.466
  6. 7. Depeche Mode - Spirits in the Forest  325.788
  7. 8. Sono solo fantasmi  305.527
  8. 9. Parasite  295.915
  9. 10. Il giorno più bello del mondo  290.668

Tutta la classifica