SCHEDA FILM

La donna della domenica

Anno: 1975 Durata: 105 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMMEDIA, GIALLO

Regia:Luigi Comencini

Specifiche tecniche:TECHNOSPES, EASTMANCOLOR

Tratto da:romanzo omonimo di Carlo Fruttero e Franco Lucentini

Produzione:ROBERTO INFASCELLI E MARCELLO D'AMICO PER PRIMEX ITALIANA (ROMA), PRODUCTION FOX EUROPA (PARIGI)

Distribuzione:20TH CENTURY FOX - AB VIDEO, AZZURRA HOME VIDEO

ATTORI

Jacqueline Bisset nel ruolo di Anna Carla Dosio
Marcello Mastroianni nel ruolo di Commissario Santamaria
Jean-Louis Trintignant nel ruolo di Massimo Campi
Aldo Reggiani nel ruolo di Lello Riviera
Pino Caruso nel ruolo di Commissario De Palma
Lina Volonghi nel ruolo di Ines Tabusso
Franco Nebbia nel ruolo di Bonetto
Maria Teresa Albani nel ruolo di Virginia Tabusso
Omero Antonutti nel ruolo di Benito, domestico dei Dosio
Claudio Gora nel ruolo di Architetto Garrone
Gigi Ballista nel ruolo di Vollero, mercante di quadri
Renato Cecilia nel ruolo di Agente Nicosia
Tina Lattanzi nel ruolo di Signora Campi
Antonino Faà Di Bruno nel ruolo di Paolo Campi
Gil Cagné nel ruolo di Coiffeur
Giuseppe Anatrelli nel ruolo di Il questore
Massimo Giuliani nel ruolo di Cliente dei dischi
Mauro Vestri nel ruolo di Ragionier Cerioni
 

SCENEGGIATORE

, Age
Scarpelli, Furio
 
 

MONTAGGIO

Siciliano, Antonio
 

SCENOGRAFIA

Ambrosino, Mario
 

COSTUMISTA

Ambrosino, Mario

TRAMA

Il commissario Santamaria, un romano in forza presso la Questura di Torino, viene incaricato di indagare sull'uccisione dell'equivoco architetto Garrone. La presunta arma del delitto - un fallo di marmo - e alcune circostanze lo inducono a sospettare di Anna Carla, un'affascinante signora della ricca borghesia da cui il poliziotto si sente immediatamente attratto, e di Massimo, un amico di lei legato da amicizia particolare con Lello, un impiegato comunale. Le indagini si fermano per l'intricarsi degli indizi e per le raccomandazioni dei superiori che temono di suscitare un vespaio. Ma Lello, deciso a scagionare Massimo, segue una pista ben diversa da quella di Santamaria, e fruga nelle corruzioni documentate presso il catasto comunale. Ma la serie dei delitti non è finita...

CRITICA

"Dal romanzo omonimo di Fruttero e Lucentini, sceneggiato da Age e Scarpelli, un film superficiale ma ben confezionato: l'intrigo funziona, il ritratto della città e della società incuriosisce, gli attori sono bravi." (Paolo Mereghetti - 'Dizionario dei film'). "Nel film (...) di Luigi Comencini va purtroppo perduto, com'è ovvio, coll'agio dilatorio della pagina, il chiacchericcio ornato dello stile. Per il resto, l'impianto non si scosta da quello, collaudato, del romanzo: in cui gli sceneggiatori Age e Scarpelli hanno insufflato lo spirito becero, ma disinvolto e pregnante, che non da oggi li caratterizza. Toccava probabilmente a Comencini castigare gli eccessi di colore, le intemperanze lessicali, i vezzi, insomma i manierismi deteriori che, in un copione tuttavia efficente, fanno pensare a un giallo all'italiana anziché, come dovevasi, alla torinese. (..) Con questi limiti e scompensi, il film mi sembra, nell'insieme, ben riuscito." (Francesco Savio, 'Il Mondo', 5 febbraio 1976)

Trova Cinema

Box office
dal 2 al 5 aprile

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica