Io, l'altro2006

SCHEDA FILM

Io, l'altro

Anno: 2006 Durata: 80 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:Mohsen Melliti

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:MAURIZIO SANTARELLI E RAOUL BOVA PER TREES PICTURES E SANMARCO FILM IN ASSOCIAZIONE CON PASSWORLD, MINOLLO FILM, USMARKETING

Distribuzione:20TH CENTURY FOX ITALIA (2007)

ATTORI

Raoul Bova nel ruolo di Giuseppe
Giovanni Martorana nel ruolo di Yousef
Mario Pupella nel ruolo di Troina
Samia Zibidi nel ruolo di Madre di Yousef
Lina Besrat Assefa nel ruolo di Giovane africana
Alessia Luongo
Davide Lo Verde
 

SCENEGGIATORE

Melliti, Mohsen
 

MONTAGGIO

Spoletini, Marco
 

COSTUMISTA

Olcese, Carolina

TRAMA

L'acquisto di un peschereccio usato permetterà finalmente a Giuseppe e Yousef di affrancarsi dopo anni di lavoro sotto padrone. Quando il mondo viene sconvolto dall'ennesimo atto terroristico, per Yousef e Giuseppe tutto sembra andare avanti allo stesso modo, fino a quando, durante una battuta di pesca in mezzo al mare, la radio annuncia che la Polizia Internazionale sta ricercando un terrorista di nome Youssef.

CRITICA

"'Io, l'altro', affronta un tema così decisivo con uno stile semplice, d'ispirazione post neorealista. Però spiega bene ciò che, con parole dotte, va ripetendo il grande sociologo Zygmunt Barman: l'incertezza e la precarietà della vita contemporanea trovano un capo espiatorio 'nell'altro', facendone il colpevole di tutti i mali; anche se in realtà, come recita il titolo, 'io' e 'l'altro' sono la stessa cosa. Se il pescatore italiano diventa il suo persecutore per diffidenza e pregiudizio, neppure Youssef è rappresentato come un santo: lo dimostra l'episodio del ritrovamento di un cadavere, gettato da una carretta del mare. Pur a prezzo di qualche ingenuità, quello di Mohsen Melliti è un film civile, benintenzionato, a suo modo importante." (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 18 maggio 2007) "Una buona causa non fa sempre un buon film e il volenteroso Raul Bova, qui produttore, con il minimo sforzo economico prova a costruire un film in cui gli argomenti sono offerti in saldo in un racconto scabro, un tragico buddy buddy, che mette a confronto due uomini, (...) Tra sospetti ed equivoci i due giungono a una resa dei conti il cui epilogo non può che essere tragico. Però l'italiano è essenzialmente stupido, il tunisino sensibile e intelligente e chi vuole schierarsi si accomodi, ma dovunque vada sarà sempre in imbarazzo. Boh!." (Adriano De Carlo, 'Il Giornale', 18 maggio 2007) "L'espediente narrativo è molto poco convincente. Ma quelle lunghe ore sul mare, immobili per un guasto al motore, sentendosi crescere dentro pregiudizi e violenza, sono ben costruite e ben recitate." (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 18 maggio 2007)

Trova Cinema

Box office
dal 2 al 5 aprile

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica