SCHEDA FILM

IN CAMERA MIA

Anno: 1991 Durata: 90 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:-

Specifiche tecniche:PANORAMICA A COLORI

Tratto da:-

Produzione:MONICA VENTURINI, FILMES INTERNATIONAL, DANIA FILMMOVIE 90

Distribuzione:WARNER BROS ITALIA (1992) - DELTAVIDEO

TRAMA

Massimo Lucantoni, scrittore frustrato, mentre prova a scrivere un romanzo, fa il soggettista cinematografico per vivere, ma ha molte delusioni, perchè i suoi bei soggetti vengono regolarmente banalizzati poi dai soliti mestieranti. Mentre è in trattative con Elvira Bonnet, donna matura, assai influente nell'ambiente del cinema, cerca un nuovo alloggio, in cui lavorare in pace, dopo la separazione dalla moglie Carmela. Ora Carmela si è messa con un notaio avaro, Gerardo Goffredo, e fa incontrare i due uomini in casa sua, perchè la situazione fra loro si chiarisca. Frattanto Massimo si è trasferito in un cottage, nella lussuosa proprietà di una coppia di duchi decaduti, i quali esigono da lui un'alta cifra e tutte le spese generali. Una notte di luna egli scorge sul bordo della piscina una bellissima fanciulla bionda, che suona sul clarino un'aria malinconica; è affascinato da quella creatura, che gli racconta di chiamarsi Nastienka, e di aspettare l'amante principe Fiodor, che, verrà presto a prenderla su di un cavallo bianco, e la porterà lontano a vedere i "flamingo" rosa. Dal giardiniere della villa, Massimo apprende che la raagazza è la figlia dei duchi, è effettivamente pazza e si chiama Giuseppina. Ma ormai Massimo e innamorato di lei e respinge le proposte di altre ragazze. Intanto Carmela e il notaio hanno deciso di unirsi, e Massimo avverte il suo successore della insaziabile sete di sesso e di soldi della ex moglie; poi, saputo che in quella notte ci sarà una eclissi di luna, capisce che in quel momento Fiodor verrà a prendere Nastienka, e, precipitatosi alla villa, dice alla ragazza che l'ama. Ma in quel punto arriva vermanete il principe sul cavallo bianco e porta via la fanciulla. In seguito, dopo che Massimo ha firmato la domanda di separazione legale, chiestagli da Carmela e dal notaio, giunge Nastienka, che gli racconta che Fiodor l'ha delusa, e lei ha finalmente capito che Massimo è il suo uomo.

CRITICA

Il film, che vorrebbe essere divertente, e magari un pò patetico, si rivela in realtà banale e insipido, perchè sono soprattutto carenti soggetto e sceneggiatura, che non lo sorreggono affatto. Il protagonista della vicenda (il solito scrittore frustato) non ha carattere (ne sa dargliene l'attore Gianfranco Manfredi) La giovane pazza, la bella Nastassia Kinski, è un personaggio estremamente falso, che inutilmente suona il motivo di Gelsomina, tratto da "La strada" di Fellini, e tutte le figurette di contorno mancano di spicco e di vivacità, e risultano un insieme di vuoti stereotipi sul mondo del cinema. Si notano nel dialogo e nelle immagini varie grossolanità. Nell'insieme il lavoro appare del tutto inconsistente. (Segnalazioni Cinematografiche)

Trova Cinema

Box office
dal 10 al 13 ottobre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica