SCHEDA FILM

Il vizietto II

Anno: 1980 Durata: 102 Origine: FRANCIA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:-

Specifiche tecniche:NORMALE, TECHNICOLOR, EASTMANCOLOR

Tratto da:personaggi e racconto di Jean Poiret

Produzione:MARCELLO DANON E ROMANO DANDI PER DA.MA. CIN.CA, LPAA, PRODUCTIONS ARTISTES ASSOCIES

Distribuzione:UNITED ARTISTS - WARNER HOME VIDEO - DVD 20TH CENTURY FOX (2002)

TRAMA

L'italiano Renato Baldi e il francese Albin vivono "more uxorio" in un appartamento dell'hotel des Lys di Nizza dove Renato possiede un locale - "La Cage aux Folies" - in cui Albin si esibisce come "travestito" in spettacoli di varietà. Proprio mentre la coppia sta attraversando un momento burrascoso per il fatto che Renato, per non lasciare tutto lo spettacolo sulle spalle di Albin, vorrebbe fiancheggiarlo a Caramel, un agente segreto che, prima di venire colpito a morte dagli inseguitori, rifila una capsula con microfilm ad Albin che non se ne accorge. Immediatamente i due subiscono una serie di aggressioni che fraintendono mentre, sotto la guida dell'agente speciale Gloquard, il controspionaggio si mette alle loro costole. Ma il fatto è che il microfilm contiene tutto l'elenco circostanziato di un'organizzazione spionistica nemica e lo spionaggio francese tende sia a recuperare la capsula, sia ad attirare gli avversari allo scoperto facendo di Albin una cavia. Tra l'altro, Albin non può contare su aiuti dai propri congiunti essendo uno di essi, il parlamentare Charlier, esponente di un partito conservatore e moralista. I due fuggono in Italia e trovano ospitalità presso la famiglia Baldi. Ma vengono ugualmente raggiunti dagli agenti e, quasi senza volerlo, determinano la vittoria dei Francesi. Tornati a Nizza, vengono premiati proprio da Charlier.

CRITICA

"E' tirato, come si suol di re, per i capelli lo stracco e improbabile seguito della frizzante commedia di due anni prima. Situazioni risapute, dialoghi logori, un imbarazzante tuffo nello spionaggio che non c'entra nulla con la storia principale se non per allungare la brodaglia e grasse risate a spese delle checche. Anche i sempre bravissimi Ugo Tognazzi e Michel Serrault sembrano i primi a non credere ai propri esausti personaggi". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 30 maggio 2002)

Trova Cinema

Box office
dal 2 al 5 aprile

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica