Il tesoro del Bengala1953

SCHEDA FILM

Il tesoro del Bengala

Anno: 1953 Durata: 90 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:AVVENTURA

Regia:Gianni Vernuccio

Specifiche tecniche:FERRANIACOLOR

Tratto da:romanzo omonimo di Emilio Salgari

Produzione:GIORGIO VENTURINI PER VENTURINI FILM

Distribuzione:VENTURINI - CINEHOLLYWOOD

ATTORI

Sabu nel ruolo di Ainur
Luisella Boni nel ruolo di Karma
Luigi Tosi nel ruolo di Don Fernando
Ananda Koumar nel ruolo di Uzake
Georges Poujouly nel ruolo di Tomby
Carla Calò nel ruolo di Surama
Manuel Serrano nel ruolo di Burka
Pamela Palma nel ruolo di La danzatrice
Nino Marchetti
Raf Pindi
Rita Caruso
 

SOGGETTO

Salgari, Emilio
 
 

SCENOGRAFIA

Lowley, Alemanno
 

COSTUMISTA

Strudthoff, Maud

TRAMA

Alcuni portoghesi, sbarcati sulle coste del Bengala, catturano tre ragazze di un villaggio, ma una di esse, Karima, riesce a fuggire con l'aiuto del suo fidanzato, il giovane pescatore Ainur. Intanto i portoghesi, essendo venuti a sapere che nel villaggio, nel tempio della dea Parvati, è custodito un prezioso rubino, decidono di impadronirsene. A tale intento conducono segrete trattative con Uzake, capo del villaggio al quale promettono in cambio del gioiello, quindici fucili. Uzake cerca di liberarsi di Ainur, suo oppositore, del quale è geloso a causa della bella Karima, che vorrebbe per sé, e lo fa arrestare; ma Ainur riesce a fuggire con Karima. Mentre i due tentano di raggiungere una lontana regione, vengono nuovamente arrestati dalle guardie di Uzake. Quella notte viene rubato il prezioso rubino; Tomby, un ragazzo, dà l'allarme. Avendo appreso che Ainur è stato gettato nella fossa per esser divorato dalla tigre, lo libera e insieme a lui insegue il ladro, cui viene strappato il gioiello. Intanto, per espiare l'offesa recata alla dea, Karima sta per essere immolata nel tempio. Ma Ainur giunge in tempo col rubino e svela le losche macchinazioni di Uzake, che sfida in duello per salvare la sua amata e il futuro del suo popolo.

CRITICA

"Nelle intenzioni questo film a colori avrebbe dovuto rivestire un' importanza superiore alla normalità. Purtroppo, per i suoi numerosi difetti, tecnici e artistici, e per lo scarso interesse che suscita negli spettatori, quelle intenzioni sono rimaste solo sulla carta e non hanno avuto nessun sviluppo sullo schermo". (A. Albertazzi, "Intermezzo", 7/8, 30 aprile 1954).

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica