Il tassinaro1983

SCHEDA FILM

Il tassinaro

Anno: 1983 Durata: 137 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:Alberto Sordi

Specifiche tecniche:PANORAMICO

Tratto da:-

Produzione:FULVIO LUCISANO PER ITALIAN INTERNATIONAL FILM, RAI

Distribuzione:DLF - DOMOVIDEO, SKORPION ENTERTAINMENT

ATTORI

Alberto Sordi nel ruolo di Pietro Marchetti
Marilù Tolo nel ruolo di Fernanda
Anna Longhi nel ruolo di Teresa, la moglie di Pietro
Alessandra Mussolini nel ruolo di Donatella, l'aspirante suicida
Roberto Della Casa nel ruolo di Il generale
Liù Bosisio nel ruolo di La giornalista nervosa
Gegia nel ruolo di Cinzia, la hippie
Jason Piccioni nel ruolo di Jason, nipote di Pietro
Giorgio Gobbi nel ruolo di Luca, figlio di Pietro
Angelo Villa nel ruolo di Annibale, suocero di Pietro
Federico Fellini nel ruolo di Se stesso
Giulio Andreotti nel ruolo di Se stesso
Silvana Pampanini nel ruolo di Se stessa
 

MUSICHE

Piccioni, Piero
 
 

SCENOGRAFIA

Razzi, Massimo
 

COSTUMISTA

Parmesan, Bruna
 

TRAMA

Da quarant'anni Pietro fa il conducente di taxi a Roma e a fine servizio, ogni giorno, rientra puntualmente nella sua casetta di Ostia Antica. Il mestiere gli piace, come la sua famiglia: un anziano padre, bravo cuoco, una moglie pacioccona, un figlio universitario (più interessato alla serie televisiva "Dallas" che alla laurea in ingegneria), un secondo figlio a Londra, sposato con la proprietaria della pizzeria presso cui lavorava, e padre di un elegante inglesino, fiore all'occhiello dei nonni "tassinari". Creato sommariamente l'ambiente nei primi minuti di proiezione, il film prosegue fra avventure e disavventure del "tassinaro", sempre in corsa col suo ''Zara 87" per le strade di una Roma diurna e notturna caotica, pittoresca e patetica, senza mai calate di ottimismo.

CRITICA

"In tutto fedele all'immagine tradizionale del Sordi benpensante, pio e cuorcontento, che sa prendersi in giro con cautela e mettere a frutto l'amicizia dei potenti, Alberto Sordi è ancora una volta di una spontaneità ammirevole nel far coincidere il protagonista con l'interprete." (Giovanni Grazzini - Cinema '83). "Ritratto di una città e dei suoi abitanti visti attraverso lo specchietto retrovisore di un tassista: personaggi insignificanti e clienti famosi, ammiccamenti maliziosi e imprecazioni romanesche che servono solo a spiegare la filosofia qualunquista di un grandissimo attore che è però un piccolissimo regista." (Paolo Mereghetti - Dizionario dei film).

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica