Il ritorno di Don Camillo1953

SCHEDA FILM

Il ritorno di Don Camillo

Anno: 1953 Durata: 100 Origine: FRANCIA Colore: B/N

Genere:COMMEDIA

Regia:Julien Duvivier

Specifiche tecniche:-

Tratto da:liberamente tratto dai racconti del volume "Mondo piccolo" (1948) di Giovanni Guareschi

Produzione:RIZZOLI FILM (ROMA), FRANCINEX (PARIGI)

Distribuzione:DEAR FILM - DOMOVIDEO, MONDADORI VIDEO, MULTIGRAM

ATTORI

Fernandel nel ruolo di Don Camillo
Gino Cervi nel ruolo di Peppone Bottazzi
Leda Gloria nel ruolo di Moglie di Peppone
Paolo Stoppa nel ruolo di Marchetti
Edouard Delmont nel ruolo di Spiletti
Alexandre Rignault nel ruolo di Il "Nero"
Thomy Bourdelle nel ruolo di Cagnola
Charles Vissière nel ruolo di Il vescovo
Claudy Chapeland nel ruolo di Beppo
Tony Jacquot nel ruolo di Don Pietro
Marco Tulli nel ruolo di Lo "Smilzo"
Arturo Bragaglia nel ruolo di Il cantoniere
Saro Urzì nel ruolo di Il barbiere
Miranda Campa nel ruolo di Signora Spiletti
Lia Di Leo nel ruolo di La maestrina
Enzo Staiola nel ruolo di Mario Cagnola
Ruggero Ruggeri nel ruolo di (voce di Cristo)
Emilio Cigoli nel ruolo di (narratore)
André Hildebrand
Beppe Tosi
Bernardo Severoni
Giampaolo Rosmino
Giovanni Onorato
Gloria Villar
Jean Mollier
Lino Solari
Manuel Gary
Pina Gallini
Robert Lombard
 
 

SCENOGRAFIA

Marchi, Virgilio

TRAMA

Il tenace e impulsivo Don Camillo viene trasferito in un paese sperduto di montagna, dove trova ad accoglierlo una canonica inospitale ed una chiesetta semidiroccata. Qui il parroco si sente sin da subito terribilmente solo e pensa con un pizzico nostalgia al Crocifisso della sua antica parrocchia e ai suoi continui ammonimenti. Ma anche i suoi vecchi parrocchiani sentono la sua mancanza: persino il suo eterno avversario, il sindaco comunista Peppone che, non riuscendo a piegare l'ostinazione di un latifondista, si rivolge al Vescovo per ottenere il ritorno di Don Camillo. Appena tornato, però, il sacerdote trova il modo di rinnovare gli attriti fra lui e Peppone. Sarà la minacciosa piena del Po ad avvicinare di nuovo i vecchi avversari e a farli lavorare ancora una volta fianco a fianco.

CRITICA

"Questo film non pone grossi problemi e non deve porli. (...) Tutto qui è mite e svaporato, gentile e invitante: i contrasti sono a fior di pelle, appena sorgono si sa che saranno risolti. (...) Si finisce con la tragedia dell'inondazione (...) e non riesce difficile con questo argomento commuovere qualsiasi pubblico." (F. Zannino, "Rassegna del film", ottobre 1953) "Anche al cinema i racconti di Giovannino Guareschi sono come Andreotti: non hanno età. Se Peppone intascasse almeno una bustarella a film e Don Camillo fosse accusato di usura, sembrerebbe di essere ai giorni nostri. L'ironia è intinta nel rosolio, anzi nel lambrusco, e tra Gino Cervi e Fernandel è una gara di simpatia senza vincitore. Che tenerezza e quante risate, D'Alema e Buttiglione avrebbero tutto da imparare". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 11 ottobre 2001).

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica