Il passaggio della linea2007

SCHEDA FILM

Il passaggio della linea

Anno: 2007 Durata: 57 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:DOCUMENTARIO

Regia:Pietro Marcello

Specifiche tecniche:35 MM

Tratto da:-

Produzione:NICOLA GIULIANO E FRANCESCA CIMA PER INDIGO FILM, IN ASSOCIAZIONE CON MERCURIO CINEMATOGRAFICA E IN COLLABORAZIONE CON RAI3

Distribuzione:INDIGO FILM

TRAMA

I treni espressi a lunga percorrenza ogni notte attraversano l'Italia da nord a sud, e viceversa, e sono da tempo abbandonati a un destino di lento ma inesorabile degrado. "Il passaggio della linea" è un viaggio attraverso l'Italia a bordo di uno di questi treni dove si mescolano dialetti e lingue diverse. I passeggeri, infatti, sono per lo più pendolari in viaggio verso il nord o stranieri che si accontentano di lavori temporanei in giro per l'Italia. Ognuno di loro porta con sé la sua storia, mentre fuori dai finestrini sporchi e appannati scorrono paesaggi diversi, alcuni segnati dolorosamente dall'intervento dell'uomo altri ancora intatti e di una bellezza abbagliante. Lungo l'intero tragitto le vite dei passeggeri sembrano sospese per un tempo illimitato, scandito solamente dai cambiamenti della luce che filtra dai finestrini e illumina i volti stanchi. Fra gli altri, sul treno, la macchina da presa inquadra un uomo vecchissimo, il noventenne Arturo. Seduto nello scompartimento, sembra guardare il paessaggio ma in realtà i suoi occhi vanno molto più lontano accarezzando i ricordi della sua intera esistenza. Arturo è stato un europeista, il suo passato è stato fitto di impegni civili e politici, ha sempre cercato di rendersi autonomo e libero da ogni convenzione sociale e culturale. Arturo non lascerà mai più il treno, è quella ora la sua casa.

CRITICA

Dalle note di regia: "Il treno ha sempre occupato un ruolo centrale nella mia vita, l'ho sempre trovato più comodo, accessibile e piacevole di ogni altro mezzo di trasporto. Grazie alla complicità di molti amici e a un'equipe coraggiosa e di buona resistenza fisica, siamo riusciti a filmare - sempre in treno e dal treno, mai da terra - su tutti gli espressi che ogni notte circolano sulla rete ferroviaria italiana, durante le stagioni di un intero anno. (...)" "'Il passaggio della linea' è un film sovversivo nella sua dichiarazione di cinema. Non ci sono storie in prima persone a 'guidarlo', il regista non ha voluto fare del soggetto l'elemento dominante, sarebbe stato troppo facile e anche scontato. Al contrario il racconto della realtà presente l'ha disseminato in un movimento continuo, tagli di orizzonti obliqui, claustrofobia che è quasi esistenziale." (Cristina Piccino, 'Il Manifesto', 07 settembre 2007)

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica