Il medico e lo stregone1957

SCHEDA FILM

Il medico e lo stregone

Anno: 1957 Durata: 100 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:Mario Monicelli

Specifiche tecniche:CINESCOPE

Tratto da:-

Produzione:GUIDO GIAMBARTOLOMEI PER ROYAL FILM (ROMA), FRANCINEX (PARIGI)

Distribuzione:CINERIZ

ATTORI

Vittorio De Sica nel ruolo di Don Antonio Locoratolo
Marcello Mastroianni nel ruolo di Dottor Francesco Marchetti
Marisa Merlini nel ruolo di Mafalda
Lorella De Luca nel ruolo di Clamide
Alberto Sordi nel ruolo di Corrado
Gabriella Pallotta nel ruolo di Pasqua
Virgilio Riento nel ruolo di Umberto
Carlo Taranto nel ruolo di Scarafone
Riccardo Garrone nel ruolo di Maresciallo dei carabinieri
Ilaria Occhini nel ruolo di Rosina
Giorgio Cerioni nel ruolo di Galeazzo Pesenti
Franco Di Trocchio nel ruolo di Il piccolo Vito
Gino Buzzanca nel ruolo di Il sindaco di Pianetta
 
 

MUSICHE

Rota, Nino
 

SCENOGRAFIA

Gherardi, Piero
 

COSTUMISTA

Gherardi, Piero

TRAMA

Il giovane medico Francesco Marchetti arriva a Pianetta, un paesino sperduto tra i monti, dove deve vedersela con la concorrenza di don Antonio, il 'guaritore' del posto, un ciarlano in cui tutti lì ripongono la massima fiducia. I cittadini rifiutano di sottoporsi alla vaccinazione antitifica e Francesco non riesce ad ottenere neanche l'appoggio del sindaco, che non ha il coraggio di prendere alcuna posizione. Inoltre, don Antonio è molto furbo e fa in modo che l'arrivo del giovane medico non danneggi la sua fama. Però, quando un filtro d'amore venduto da Scarafone - l'assistente di don Antonio - a una ragazza innamorata del medico, per poco non lo avvelena, Francesco ha una prima rivincita. Purtroppo, però, non ci sono prove che riconducano la pozione al guaritore e, sconfitto per l'ennesima volta, il medico si prepara tornare in città. Sarà proprio don Antonio, però, a fermarlo e a chiedergli di salvare la vita a sua figlia Clamide, che ha tentato di avvelenarsi per amore di un soldato. E forse, anche Francesco scoprirà di avere un motivo per rimanere a Pianetta, la bella Mafalda, a cui il guaritore ha dato per anni false speranze sul suo amore perduto...

CRITICA

"(...) il film vive e vale per questo ritratto del 'guaritore' assai bene interpretato da De Sica (...), il profilo che Monicelli disegna è abbastanza complesso, non macchiesticamente tenuto su un'unica nota, né sguaiatamente caricaturale. Attorno a questo personaggio (...) si svolge tutta la vita del villaggio (...). Purtroppo il festevole ritmo del film viene gravemente compromesso dalle sequenze finali, frettolose e intrise di facile sentimentalismo (...), tuttavia, proprio in quest'ultima parte, abbiamo una sequenza assai notevole (...) legata all'apparizione di Alberto Sordi (...) e fornisce forse la miglior prova delle capacità narrative di Monicelli". (Anonimo, 'Cinema Nuovo', 1° gennaio 1958).

Trova Cinema

Box office
dal 19 al 22 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica