Il mattino dopo1986

SCHEDA FILM

Il mattino dopo

Anno: 1986 Durata: 103 Origine: USA Colore: C

Genere:GIALLO, THRILLER

Regia:Sidney Lumet

Specifiche tecniche:PANAFLEX, 35 MM (1:1.85), PANORAMICA - DE LUXE

Tratto da:-

Produzione:BRUCE GILBERT PER AMERICAN FILMWORKS, LORIMAR PRODUCTIONS

Distribuzione:20TH CENTURY FOX (USA) TITANUS (1987) - WARNER HOME VIDEO

ATTORI

Jane Fonda nel ruolo di Alex Sternbergen
Jeff Bridges nel ruolo di Turner Kendall
Raul Julia nel ruolo di Joaquin Manero
Diane Salinger nel ruolo di Isabel Harding
Richard Foronjy nel ruolo di Sergente Greenbaum
Geoffrey Scott nel ruolo di Bobby Korshac
James 'Gipsy' Haake nel ruolo di Frankie
Kathleen Wilhoite nel ruolo di Red
Don Hood nel ruolo di Hurley
Michael Prince nel ruolo di Giudice Harding
Frances Berger nel ruolo di Signora Harding
Kathy Bates nel ruolo di La vicina
 

SOGGETTO

Cresson, James
 
 

MUSICHE

Chihara, Paul
 

MONTAGGIO

Goodman, Joel
 

SCENOGRAFIA

Brenner, Albert
 

COSTUMISTA

Roth, Ann
 

EFFETTI

Ward, Thomas R.

TRAMA

Alex Sternbergen, in arte Viveca, è un'ubriacona sposata da 10 anni con Joaquin Manero, un parrucchiere di lusso. Il loro matrimonio si sta spegnendo lentamente e ad Alex, che ha fallito anche nel suo lavoro di attrice, capita spesso di svegliarsi con la testa ancora nei fumi dell'alcool, in letti sconosciuti e in case che non ha mai visto. Questa è una di quelle mattine: ha l'emicrania, non si dove si trovi, non ricorda nulla e, per di più, si trova accanto a un produttore di foto hard morto. L'ha ucciso lei, oppure qualcuno l'ha incastrata? Presa dal panico, la donna cerca prima di eliminare impronte e tracce di sangue, poi scappa all'aeroporto, ma tutti i voli per San Francisco sono al completo. Lì per caso conosce Turner Kendall, un ex-poliziotto dimesso dal servizio per un incidente, che le dà un passaggio e la porta a casa. Forse sarà proprio questo incontro a salvare Alex...

CRITICA

"E' un bel giallo di Sidney Lumet dalla narrazione serrata e con la concatenazione degli avvenimenti sul binario della logica e del realismo. Eccellente il trio degli interpreti: Jane Fonda sempre lucida nei suoi barcollamenti, attanagliata dal panico, come sempre padrona dei suoi grandi mezzi di attrice completa; Jeff Bridges nel ruolo di Tuner, un ex poliziotto e Raoul Julia che impersona Manero." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 102, 1987) "Come giallo a enigma non sta in piedi. E' debole, macchinoso, strascicato, affidato ai più verdi stereotipi della suspense, solo in parte riscattato da un'inedita Los Angeles novembrina. La Fonda è un'attrice brava, bravissima." (Laura e Morando Morandini, 'Telesette') "Un film molto comune da un regista che spesso ci aveva abituati a storie più originali. Jane Fonda e Jeff Bridges sono bravi e credibili, ma non sufficienti a fare sembrare il film più interessante." (Francesco Mininni, 'Magazine italiano tv')

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica