I sequestrati di Altona1962

SCHEDA FILM

I sequestrati di Altona

Anno: 1962 Durata: 113 Origine: FRANCIA Colore: B/N

Genere:DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:-

Tratto da:dramma omonimo di Jean Paul Sartre (1960)

Produzione:CARLO PONTI PER TITANUS (ROMA) SOCIETE GENERALE DE CINEMATOGRAPHIE (PARIGI)

Distribuzione:TITANUS - CREAZIONI HOME VIDEO, MONDADORI VIDEO

TRAMA

Alla fine della guerra, Franz Gerlach, un ufficiale della Wermacht, si è rinchiuso nella soffitta della villa del padre ad Altona, un sobborgo di Amburgo. Ad evitare che Franz possa essere imprigionato e condannato per crimini di guerra, il padre e la sorella Leni lo hanno nascosto e per anni hanno sostenuto per lui la menzogna di una Germania ancora distrutta e sepolta tra le macerie. Quando, dopo tanti anni di segregazione, Franz incontra Johanna, un'attrice di teatro moglie di suo fratello Werner, la vita che pareva essere assopita per sempre, ricomincia. Attraverso una serie di drammatici e appassionati incontri con Johanna, Franz apprende che Leni ed il padre gli hanno sempre mentito, che la Germania è divisa in due zone, una delle quali completamente ricostruita. Una sera Franz abbandona la sua tana e, dopo un allucinante vagabondaggio per la città, è arrestato. Johanna lo rintraccia ad un posto di Polizia e riesce a farlo liberare. Tutti i crimini non possono essere annullati nel silenzio di una tana oscura. E' necessario pagare, espiare, anche per quanti, oggi, sono impunemente liberi. E Franz, crollando insieme al padre dalle impalcature del cantiere navale Gerlach, pagherà con la propria vita.

CRITICA

"'Lo sporco passato - ebbe a dire De Sica - esiste tutt'ora. La Germania occidentale è tutt'ora inficiata dal nazionalsocialismo'. Nella lucida requisitoria costruita attorno al dramma di Sartre, De Sica getta uno sguardo estremamente impietoso, ma disperatamente vivo e aspro (...). Altre volte il film si compiace dell'intreccio teatrale; (ma) le parole restano come estranee, non a fuoco come il dramma." Edoardo Bruno, 'Filmcritica', 129, gennaio 1963.

Trova Cinema

Box office
dal 19 al 22 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica