Hitman - L'assassino2007

SCHEDA FILM

Hitman - L'assassino

Anno: 2007 Durata: 100 Origine: FRANCIA Colore: C

Genere:AZIONE, POLIZIESCO, THRILLER

Regia:Xavier Gens

Specifiche tecniche:-

Tratto da:videogioco omonimo (Eidos Interactive)

Produzione:DAYBREAK PRODUCTIONS, EUROPA CORP., PRIME UNIVERSE PRODUCTIONS, TWENTIETH CENTURY-FOX FILM CORPORATION

Distribuzione:20TH CENTURY FOX ITALIA, DVD E BLU-RAY: 20TH CENTURY FOX HOME ENTERTAINMENT

ATTORI

Timothy Olyphant nel ruolo di Agente 47
Dougray Scott nel ruolo di Mike
Olga Kurylenko nel ruolo di Nika
Robert Knepper nel ruolo di Yuri
Ulrich Thomsen nel ruolo di Mikhail Belicoff
Henry Ian Cusick nel ruolo di Udre
Michael Offei
 

SOGGETTO

Woods, Skip
 

SCENEGGIATORE

Woods, Skip
 

MUSICHE

Zanelli, Geoff
 

SCENOGRAFIA

Bufnoir, Jacques
 

COSTUMISTA

Bériot, Olivier

TRAMA

Cranio rasato, codice a barre tatuato sulla nuca, abito nero e cravatta rossa. L'agente 47 è un misterioso killer a pagamento particolarmente apprezzato dai suoi committenti per la sua perizia nel mestiere caratterizzata da un'assoluta assenza di indizi, quasi si trattasse di un fantasma. Finché, un giorno, la sua strada incrocia quella di Belicoff, candidato alle elezioni in Russia, e quella della bella Nika. L'agente 47 cade vittima di una trappola e sulle sue tracce si mettono l'Interpol, i servizi segreti russi e tre killers che lavorano per la sua stessa agenzia.

CRITICA

"Il videogame danese 'Hitman' è ora un film alla Luc Besson, con quel plusvalore di violenza che viene dall' Est. L'incalzante fantasioso autore Xavier Gens rende misterioso e umanamente disumano l'agente 47, una macchina ammazzacattivi pelato, sexy e vestito di nero che fa un tour killer tutto compreso tra San Pietroburgo, Londra, Istanbul e Nigeria per uccidere un leader moderato russo. (...) Parente del Vin Diesel di 'XXX', il film è uno dei pochi esempi riusciti dell'esecrabile genere del cine video gioco anche per la mistica prova perfino con humour di Timothy Olyphant." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 7 dicembre 2007) "'Hitman' di Xavier Gens è l'ennesimo film tratto da un videogame. Per non parlare del soggetto: abbiamo visto assassini meticolosi e pieni di idiosincrasie da 'Frank Costello faccia d'angelo di Melville' a 'Leon' di Besson passando per l'ultimo eccellente Pierce Brosnan di 'Matador'. (...) Molti defunti, pochissimo sangue, zero senso dell'umorismo. Il protagonista è Timothy Oliphant, appena visto come scialbo cattivone nell'ultimo 'Die Hard' dove, però, aveva più capelli di Bruce Willis. Il suo look in questo film ricorda i buttafuori di uno di quegli orribili locali dove vanno i vip italiani. Il regista Xavier Gens è balzato agli onori della cronaca recentemente per via del suo horror Frontière(s), così agghiacciante da prendersi il peggior divieto della censura Usa. Quello non vediamo l'ora di vederlo." (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 7 dicembre 2007) "I videogiochi continuano ad ispirare sceneggiatori e registi e quello del cinema che prolunga l'immaginario da playstation è diventato un vero e proprio filone. 'Hitman-L'assassino' riesce solo in parte ad affiancare 'Final Fantasy', 'Tomb Raider', 'Resident Evil' (tanto per citare le migliori trasposizioni/reinvenzioni), perché il giovane francese Xavier Gens alla sua prima trasferta hollywoodiana si lascia prendere troppo la mano dal suo talento. (...) Timothy Olyphant con giacca e cravatta e cranio rasato è credibile come killer postmoderno di poche parole e tante pallottole, che si lascia alle spalle una scia di cadaveri con qualche chiaroscuro in più rispetto al videogame. E Gens si muove tra i modelli classici e John Woo preferendo al montaggio serrato in voga a Hollywood virtuosistici movimenti di macchina e lunghi piani sequenza. Nell'overdose di sangue e violenza si incrociano il videogioco, i fumetti, 'Matrix' e 'X-Men'." (Alberto Castellano, 'Il Mattino', 8 dicembre 2007) "Tra Istanbul, San Pietroburgo e altre località turistiche, il film svolge il suo compito con piglio dinamico, unito a un sospetto di svogliatezza: 'rallentati' alla maniera del cinema di Hong Kong, movimenti di machina da luna park, effetti di montaggio, spiazzanti. A paragone, la trilogia di Jason Bourne fa la figura dei classici del cinema. E poi, che gusto c'è a giocare a videogame se lo schermo del cinema non è interattivo?." (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 14 dicembre 2007)

Trova Cinema

Box office
dal 16 al 19 gennaio

Incasso in euro

  1. 1. Il primo Natale  3.142.556
    Il primo Natale

    Salvo e Valentino, un ladro e un prete, si ritroveranno a fare un viaggio nel tempo, fino all'Anno Zero....

  2. 2. Frozen 2 - Il segreto di Arendelle  1.640.886
  3. 3. L'immortale  1.114.347
  4. 4. Cena con delitto - Knives out  1.024.963
  5. 5. Un giorno di pioggia a New York  395.422
  6. 6. Che fine ha fatto Bernadette?  180.700
  7. 7. L'inganno Perfetto  151.003
  8. 8. Cetto c'è, senzadubbiamente  142.592
  9. 9. L'ufficiale e la spia  127.337
  10. 10. Midway  87.261

Tutta la classifica