Guerra e pace1956

SCHEDA FILM

Guerra e pace

Anno: 1956 Durata: 208 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:VISTAVISION TECHNICOLOR STEREOFONICO

Tratto da:DALL'OMONIMO ROMANZO "GUERRA E PACE" DI LEV TOLSTOJ (1829-1910)

Produzione:CARLO PONTI E DINO DE LAURENTIS PER PONTI - DE LAURENTIS/PARAMOUNT

Distribuzione:PARAMOUNT - PANARECORD, RICORDI VIDEO

TRAMA

La giovane figlia del conte Rostov, Natascia, s'innamora del principe Andrea Bolkonski. Natascia e Andrea si fidanzano, ma la Grande Armata di Napoleone ha oltrepassato i confini della Russia: il principe deve raggiungere l'esercito. L'amico più caro dei Rostov e di Andrea Bolkonski è Pierre Besukof, figlio naturale di un ricco principe che, morendo l'ha riconosciuto lasciandogli la sua ingente sostanza. Pietro viene circuito dalla bellissima cugina Elena, che si fa da lui sposare. Intanto Napoleone avanza vittorioso verso il cuore della Russia. Natascia, lontana dal fidanzato, sta per cedere alle lusinghe del fratello di Elena, Anatole ma interviene a tempo Pierre, che richiama Natascia ai suoi doveri. Andrea però, informato della cosa, rompe il fidanzamento. Intanto i francesi sono giunti alle porte di Mosca, che viene abbandonata dagli abitanti e incendiata. I Rostov, che si sono uniti agli altri nella fuga, tolgono dai carri le cose loro per far posto ai numerosi feriti: su uno di questi carri Natascia trova, gravemente ferito, Andrea, ch'ella sente di amare ancora. Andrea perdona Natascia, ma poco dopo muore. Pierre è rimasto a Mosca, occupata dai francesi: si proponeva di uccidere Napoleone ma la sua indole, mite e buona, gli impedisce di compiere l'attentato. Essendo intervenuto contro dei saccheggiatori, Pierre viene arrestato. I francesi sono costretti ad iniziare la loro lunga e disastrosa ritirata. Pierre viene liberato e ritorna a Mosca. I Rostov hanno avuto distrutta e saccheggiata la casa: il figlio minore, Petia, è morto in guerra. Natascia cerca di ridare coraggio e fiducia alla famiglia. Ella si accorge di amare Pierre e con lui inizierà una nuova esistenza, essendo, nel frattempo, morta Elena.

CRITICA

"Non ci sono trasandatezze o sciatterie formali e l'imponenza dell'opera non si misura soltanto, come per i film colossali alla De Mille, dalle decine di migliaia di comparse (...). Questo senso di grandiosità e anche di magnificenza è il meglio del film e il suo maggior blasone (...)". (A. Lanocita, "Corriere della Sera", 23/8/1956).

Trova Cinema

Box office
dal 28 al 1 dicembre

Incasso in euro

  1. 1. Cetto c'è, senzadubbiamente  2.479.936
    Cetto c'è, senzadubbiamente

    Un nuovo episodio legato a Cetto La Qualunque......

  2. 2. L'ufficiale e la spia  1.215.362
  3. 4. Le ragazze di Wall Street - Business i$ Business  577.263
  4. 5. Countdown  385.254
  5. 6. La famiglia Addams  379.466
  6. 7. Depeche Mode - Spirits in the Forest  325.788
  7. 8. Sono solo fantasmi  305.527
  8. 9. Parasite  295.915
  9. 10. Il giorno più bello del mondo  290.668

Tutta la classifica