SCHEDA FILM

Golem, lo spirito dell'esilio

Anno: 1992 Durata: 95 Origine: GERMANIA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:Amos Gita´

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:AGAV FILMS, CANAL+, FRIEDLANDER FILM PRODUKTION

Distribuzione:IMC - INTERNATIONAL MOVIE COMPANY - SAN PAOLO AUDIOVISIVI

ATTORI

Hanna Schygulla nel ruolo di Spirito dell'esilio
Vittorio Mezzogiorno nel ruolo di Il Maharal
Ophrah Shemesh nel ruolo di Naomi
Samuel Fuller nel ruolo di Elimelek
Mireille Perrier nel ruolo di Ruth
Sotigui KouyatÚ nel ruolo di Boaz
Fabienne Babe nel ruolo di Orpa
Bernard Eisenschitz nel ruolo di Daniel
Bernard Levy nel ruolo di Malhon
Antonio Carallo nel ruolo di Kylion
Philippe Garrel nel ruolo di Fidanzato di Orpa
Marceline Loridan nel ruolo di Madre di Orpa
Bernardo Bertolucci nel ruolo di Maestro di corte
Marisa Paredes nel ruolo di Maestro di cerimonia
Bakary Sangare nel ruolo di Primo Marinaio
Alain Maratrat nel ruolo di Secondo marinaio
Fernad Moszkowicz nel ruolo di Assistente dello sceriffo
Dominique Donchinsky
Jean Sasportes
Urs Kaufman
 

SOGGETTO

Gita´, Amos
 
 

MONTAGGIO

Ruiz, Anna
 

SCENOGRAFIA

Franšois, Thierry
 

EFFETTI

LÚvy, JÚr˘me

TRAMA

Naomi fugge a Parigi in esilio col marito e i due figli, guidata dal Golem, la creatura d'argilla che aiuta gli esuli e i vagabondi. Ma la sorte avversa colpisce la donna, che prima perde il marito in un incidente, poi i suoi due figli, uccisi da razzisti. La donna, cacciata di casa, si rifugia presso un parente che vive vicino un bosco magico.

CRITICA

"Il Golem inaugura un trittico dell'esilio. Ormai, dati i tempi d'uscita in Italia, il secondo episodio girato in Russia, dovrebbe essere sul punto di uscire. La poetica dello smarrimento che ha fatto grande la cultura ebrea dell'est in questo secolo, l'angoscia suicida di Joseph Roth, l'ironia disperata di Issac Bashevish Singer, hanno molto a che vedere con questo, ma non tutto. Gitai fa un passo avanti: trasforma la tragedia in arma, il vuoto in possibilitÓ di nuova pienezza. Pi¨ che illustrare l'esilio, lo rivendica e lo annuncia. E non Ŕ discorso che riguardi solo i revanscismi locali, le oscene purezze etniche di Milosevic. E' tema con cui deve misurarsi chiunque oggi voglia fare politica, come si dice con orrida immagine a sinistra. CioŔ chiunque debba sfuggire alle sirene del rinnegamento e insieme a quelle non meno pericolose, perfino pi¨ subdole, della nostalgia e della rivendicazione di identitÓ." (Andrea Colombo, 'Il Manifesto', 3 aprile 1993)

Trova Cinema

Box office
dal 14 al 17 maggio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni pi¨ belli  1.196.456
    Gli anni pi¨ belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234
  10. 10. Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn)  121.947

Tutta la classifica