SCHEDA FILM

GLI SBANDATI

Anno: 1955 Durata: 100 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:FRANCO CUCCHINI, ERIPRANDO VISCONTI PER LA TRIONFALCINE E NICOLA CARACCIOLO PER LA C.V.C. PROD. FILM

Distribuzione:TITANUS

TRAMA

Nel 1943, la contessa Luisa, suo figlio Andrea, Carlo, cugino d'Andrea e figlio di un gerarca fascista, e Ferruccio, un ragazzo, amico di famiglia, si sono ritirati in una villa non lontana da Milano per sfuggire ai bombardamenti. I giovani cercano di passare il tempo meglio che possono: dei tre soltanto Carlo si rende conto oscuramente del travaglio sociale del momento, della tragicità della situazione. L'amore per Lucia, un'operaia sfollata, accolta nella villa, e l'arrivo di un gruppo di soldati sbandati, sfuggiti ai tedeschi, strappano Andrea alla sua incosciente spensieratezza, richiamandolo alla realtà e dandogli il senso della propria responsabilità. Nell'assenza della madre, rientrata a Milano, Andrea accoglie nella villa i soldati, conquistandosi la simpatia del cugino Carlo e l'amore di Luisa. Il gesto coraggioso di Andrea provoca la delazione di Ferruccio: i tedeschi vengono informati di quanto succede nella villa. I soldati decidono di rifugiarsi in montagna servendosi di un camion, sul quale prenderanno posto anche Lucia, Carlo ed Andrea. Ma all'ultimo momento arriva la contessa Luisa e Andrea, subendo l'influenza della madre, rinuncia a seguire i compagni. Dal sicuro asilo dell'automobile tedesca, che lo condurrà in Svizzera, Andrea ode il crepitio dei mitra tedeschi, che sparando contro il camion uccidono Luca, dando al giovane la sensazione dell'irreparabile tragedia.

CRITICA

"(..) la regia di Francesco Maselli, però, riesce spesso a vincere così infelice materia e non di rado, specie nella tenerezza di certe scene d'amore o nella sicurezza figurativa di certo paesaggio lombardo, arriva fermamente ad imporsi con sicura evidenza, ricca di stile e di forza drammatica: virtù che se non bastano a fare un film, indicano almeno un regista di buon avvenire". (G.L. Rondi, "Rivista del Cinematografo", 8, 1956).

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica