Gli indifferenti1963

SCHEDA FILM

Gli indifferenti

Anno: 1963 Durata: 115 Origine: FRANCIA Colore: B/N

Genere:DRAMMATICO

Regia:Francesco Maselli

Specifiche tecniche:-

Tratto da:romanzo omonimo di Alberto Moravia (ed. Bompiani)

Produzione:FRANCO CRISTALDI PER VIDES CINEMATOGRAFICA, LUX FILM, ULTRA FILM (ROMA), COMPAGNIE CINEMATOGRAPHIQUE DE FRANCE (PARIGI)

Distribuzione:INTERFILM (1964) - RICORDI VIDEO, VIVIVIDEO, GRUPPO EDITORIALE BRAMANTE, PANARECORD

ATTORI

Claudia Cardinale nel ruolo di Carla Ardengo
Rod Steiger nel ruolo di Leo Merumeci
Shelley Winters nel ruolo di Lisa
Tomas Milian nel ruolo di Michele
Paulette Goddard nel ruolo di Maria Grazia
Consalvo Dell'Arti nel ruolo di Ufficiale Giudiziario
Adriana Facchetti nel ruolo di Anna, la domestica
Aurelio Marconi
Bruno Scipioni
 

SOGGETTO

Moravia, Alberto
 

MUSICHE

Fusco, Giovanni
 
 

SCENOGRAFIA

Scaccianoce, Luigi

TRAMA

Storia del fallimento d'una famiglia borghese romana, gli Ardengo, un tempo ricchi ma ormai in dissesto. Sul loro patrimonio ha messo progressivamente le mani Leo Merumeci, un uomo deciso e privo di scrupoli che, stanco della relazione con la matura vedova Ardengo, diventa l'amante della figlia di lei, Carla, una ragazza smaniosa di evadere dalle ristrettezze in cui ormai vive. Michele, fratello di Carla, scopre la relazione tra i due e pensa che Carla sia ricattata da Michele, mentre la sorella lo informa di essere invece consenziente. Michele vorrebbe difendere l'onore della famiglia ma, quando vede sua madre tutta presa nei preparativi per una festa in costume, decide di indossare la maschera dell'indifferenza. Leo è sempre il più forte e Michele non può che soggiacere alla propria indecisione. Il probabile matrimonio fra Carla e Leo permetterà a quest'ultimo di impadronirsi delle ultime sostanze degli Ardengo. La vedova verrà in qualche modo tacitata, mentre Michele si accontenterà d'un buon impiego procuratogli da Leo. Per i vari personaggi si prospetta un futuro squallido quanto il loro presente.

CRITICA

"Il film, diretto con non comune impegno, aderisce maggiormente ai valori formali che non a quelli sostanziali della narrazione. Ne risulta di conseguenza qualche contrasto tra la preziosità della ricerca di ambiente e di atmosfera ed alcune carenze o debolezze della struttura psicologica dei personaggi. Di indubbio rilievo drammatico, il film si avvale di un'ottima interpretazione e di una fotografia di gusto eccellente." (Segnalazioni cinematografiche, vol. 57, 1965)

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica