Giovani e belli1996

SCHEDA FILM

Giovani e belli

Anno: 1996 Durata: 90 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:Dino Risi

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:GIOVANNI BERTOLUCCI PER PRODUTTORI ASSOCIATI E CALIFORNIA FILM

Distribuzione:ARTISTI ASSOCIATI - 20TH CENTURY FOX HOME ENTERTAINMENT

ATTORI

Anna Falchi nel ruolo di Zorilla
Luca Venantini nel ruolo di Gino
Edoardo Scata' nel ruolo di Luca
Ciccio Ingrassia nel ruolo di Re degli zingari
Carlo Croccolo nel ruolo di Bonafoni
Venantino Venantini nel ruolo di Buby
Carla Cassola nel ruolo di Madre di Luca
Gina Rovere nel ruolo di Padrona "Astoria"
Luisa Fiore nel ruolo di Madre di Gino
Andrea Sottile nel ruolo di Proprietario del barcone
Gabriella Barbuti nel ruolo di Mara
Adelina Gnisci nel ruolo di Susanna
Nanni Tamma nel ruolo di Vecchietto
 
 

MONTAGGIO

Gallitti, Alberto
 

SCENOGRAFIA

Caprara, Gualtiero
 

COSTUMISTA

Crnojevic, Ivan

TRAMA

Nella Roma della fine del Novecento, Luca, in cerca di se stesso e proveniente da una famiglia molto abbiente, con un padre caduto nelle maglie di tangentopoli, conosce Gino, che vive di espedienti e piccoli furti, ha una madre spazzina e un padre che non riesce a farsi una ragione della caduta del muro di Berlino. Benché siano molto diversi l'uno dall'altro, i due diventano immediatamente amici e decidono di prendere in affitto un barcone fatiscente in riva al Tevere per andarci a vivere. Tutto sembra andare a meraviglia fin quando nelle loro esistenze si insinua Zorilla, una giovane zingara molto bella, ma anche spregiudicata e bugiarda. Luca e Gino se ne innamorano entrambi e la ragazza li ricambia, uscendo con tutti e due e non riuscendo a sceglierne uno solo, perché con qualunque dei due si trovi, l'altro le manca incredibilmente. L'amicizia sembra destinata a naufragare per le liti frequenti, quando Zorilla propone ad entrambi di sposarla. Del resto tra gli zingari si può...

CRITICA

"Tutto è un po' sterotipato, romanesco, rivistaiolo: si fa los trip, si dicono cose vecchio stampo (...) ci sono macchie di colore, come Croccolo che fa un talent scout gay in bretelle rosse, ancien régime, (...) E poi ci sono i riferimenti non casuali all'attualità: i milioni nel puff (vedi scandalo della Sanità). Meno attuali paiono le sicurezze maschiliste esposte in bell'ordine dialettico." (Maurizio Porro, "Corriere della Sera", 26 febbraio 1996) "Patetica commedia, deprimente bozzetto dell'irriconoscibile Dino Risi, che quarant'anni dopo torna sui luoghi dove Marisa Allasio battibeccava con Maurizio Arena e Renato Salvatori. L'incanto di allora è completamente sparito, forse è colpa anche dei tempi oltre che di una sceneggiatura straordinariamente insipida. Accanto ai due dimenticabili ragazzi esordienti, la ruspante Anna Falchi dà finalmente prova di grande capacità. Per lo meno toracica". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 9 marzo 2001)

Trova Cinema

Box office
dal 11 al 14 luglio

Incasso in euro

  1. 1. Arrivederci professore  515.484
    Arrivederci professore

    Quando Richard, professore universitario di mezz'età, scopre di avere un cancro allo stadio terminale, decide di rivoluzionare la sua vita e godersi a pieno il tempo che gli rimane. La sua complicata relazione sentimentale ...

  2. 2. Pets 2 - Vita Da Animali  478.576
  3. 3. Aladdin  370.377
  4. 4. La Bambola Assassina  302.746
  5. 5. X-Men: Dark Phoenix  283.069
  6. 6. Il traditore  145.432
  7. 7. I morti non muoiono  137.394
  8. 8. Rapina a Stoccolma  95.631
  9. 9. Godzilla 2  91.006
  10. 10. Il grande salto  54.683

Tutta la classifica