Fino all'ultimo respiro1960

SCHEDA FILM

Fino all'ultimo respiro

Anno: 1960 Durata: 89 Origine: FRANCIA Colore: B/N

Genere:DRAMMATICO, POLIZIESCO, ROMANTICO

Regia:Jean-Luc Godard

Specifiche tecniche:ÉCLAIR CAMERETTE, 35 MM (1:1.37)

Tratto da:-

Produzione:SOCIÉTÉ NOUVELLE DE CINÉMA, LES FILMS GEORGES DE BEAUREGARD, IMPERIA FILMS

Distribuzione:EURO INTERNATIONAL FILMS - VIVIVIDEO, L'UNITA' VIDEO

ATTORI

Jean-Paul Belmondo nel ruolo di Michel Poiccard
Jean Seberg nel ruolo di Patricia Franchini
Daniel Boulanger nel ruolo di Vital, ispettore di Polizia
Jean-Pierre Melville nel ruolo di Parvulesco
Henri-Jacques Huet nel ruolo di Antonio Berruti
Henry Jacques Huet nel ruolo di Antonio Berruti
Van Doude nel ruolo di Il giornalista
Claude Mansard nel ruolo di Claudius Mansard
Jean-Luc Godard nel ruolo di Un informatore
Richard Balducci nel ruolo di Tolmatchoff
Roger Hanin nel ruolo di Carl Zombach
Jean-Louis Richard nel ruolo di Un giornalista
Liliane David nel ruolo di Liliane
Jean Domarchi nel ruolo di Un ubriaco
Jean Douchet nel ruolo di Un giornalista
Liliane Robin nel ruolo di Minouche
André S. Labarthe nel ruolo di Un giornalista
Michel Fabre nel ruolo di Poliziotto (non accreditato)
Philippe de Broca nel ruolo di Un giornalista (non accreditato)
Raymond Ravambaz nel ruolo di Jacques Laurcelles (non accreditato)
 

SCENEGGIATORE

Godard, Jean-Luc
 

MUSICHE

Solal, Martial
 

SCENOGRAFIA

Chabrol, Claude

TRAMA

Michel, giovane dal passato burrascoso, ruba un'automobile e fugge col proposito di recarsi in Italia. Inseguito da due agenti, ne uccide uno e, continuando la sua fuga, giunge a Parigi. Dopo essersi rivolto ad alcuni amici per ottenere del denaro, va in cerca di Patrizia, giovane americana, per la quale sente un sincero affetto. La ragazza però non ricambia il suo sentimento e continua a farsi corteggiare da un collega al giornale dove lavora. La polizia intanto fa delle indagini per scoprire l'assassino dell'agente e avendo accertato che si tratta di Michel, si dà da fare per catturarlo. Nel corso delle ricerche viene interrogata anche Patrizia, la quale afferma di non saper nulla, e riesce poi a nascondersi con Michel in casa di amici. Il giorno seguente, però, essendosi resa conto che non ama il giovane la ragazza non esita a denunciarlo alla polizia.

CRITICA

"Un montaggio e un uso della macchina piuttosto insoliti sono gli elementi che caratterizzano questo film, distinguendolo da altri della 'nouvelle vague'. Il soggetto però assai banale e la sceneggiatura in più parti incomprensibile, oltre ad un dialogo dalle false apparenze intellettualistiche, rendono il film lento e discontinuo." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 48, 1960)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica