Fango bollente1975

SCHEDA FILM

Fango bollente

Anno: 1975 Durata: 85 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:Vittorio Salerno

Specifiche tecniche:35 MM (1:1.85) - TECHNICOLOR

Tratto da:-

Produzione:ANGELO JACONO PER COMMA 9

Distribuzione:TITANUS

ATTORI

Joe Dallesandro nel ruolo di Ovidio Mainardi
Gianfranco De Grassi nel ruolo di Giacomo
Guido De Carli nel ruolo di Pepe
Enrico Maria Salerno nel ruolo di Commissario Santagą
Martine Brochard nel ruolo di Alba
Umnerto Ceriani nel ruolo di Commissario Tamaroglio
Enzo Garinei nel ruolo di Direttore del centro ricerche
Carmen Scarpitta nel ruolo di Moglie del politico
Luigi Casellato nel ruolo di Capo della Mobile
Sal Borgese nel ruolo di Custode
Claudio Nicastro
Gengher Gatti
 
 
 

MONTAGGIO

Meniconi, Enzo
 

SCENOGRAFIA

Baldelli, Emilio

TRAMA

La nevrosi collettiva che ha le sue origini nella stressante vita moderna e spinge individui insospettabili ad evadere dal carcere di tanti condizionamenti, con atti di teppismo e anche azioni delittuose senza immediato motivo, č il tema del film. Il protagonista Ovidio Mainardi č, all'apparenza, un impiegato tranquillo addetto ai calcolatori elettronici in una grande azienda. La monotonia del lavoro, la solitudine esistenziale di un matrimonio mal combinato, ove per la moglie, pił del marito conta la carriera, spinge Ovidio, con altri due soci, a sfogarsi in atti di vandalismo e di crudele cinismo, che si manifesta in una serie di delitti, vere esplosioni di crudo sadismo. Sarą un anziano commissario di polizia a riposo: 'Santagą', a intuire che i delitti non hanno moventi politici, ma "ecologici". Uno dei componenti della banda si impicca in carcere; Ovidio cade sotto le pallottole del commissario, mentre il terzo socio ha tutta l'intenzione di riprendere a fare il teppista con altri individui, egualmente stressati dalla vita moderna.

CRITICA

"Il regista Vittorio Salerno, al suo secondo film, non ha tuttavia il vigore fantastico e la sontuositą figurativa del Kubrik di 'Arancia meccanica', e la luciditą dell'analisi di fondo cede sovente il passo ad un meccanico accumularsi di effetti truculenti e grandguignoleschi, non privi di sapore grottesco." (R. P., "Corriere della Sera", 25 settembre 1975)

Trova Cinema

Box office
dal 7 al 10 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la cittą perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica