Donne - Waiting to Exhale1995

SCHEDA FILM

Donne - Waiting to Exhale

Anno: 1995 Durata: 121 Origine: USA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:Forest Whitaker

Specifiche tecniche:PANORAMICA, 35 MM (1:1.85)

Tratto da:romanzo "Donne (Un respiro di sollievo)" di Terry McMillan (ed. Longanesi, coll. La Gaja scienza)

Produzione:DEBORAH SCHINDLER, EZRA SWERDLOW

Distribuzione:TWENTIETH CENTURY FOX ITALIA (1996) - 2OTH CENTURY FOX HOME ENTERTAINMENT

ATTORI

Whitney Houston nel ruolo di Savannah Jackson
Angela Bassett nel ruolo di Bernardine Harris
Lela Rochon nel ruolo di Robin Stokes
Loretta Devine nel ruolo di Gloria Matthews
Gregory Hines nel ruolo di Marvin King
Dennis Haysbert nel ruolo di Kenneth Dawkins
Myklti Williamson nel ruolo di Troy
Michael Beach nel ruolo di John Harris Sr.
Leon nel ruolo di Russell
Wendell Pierce nel ruolo di Michael Davenport
Donald Faison nel ruolo di Tarik Matthews
Jeffrey D. Sams nel ruolo di Lionel
Jazz Raycole nel ruolo di Onika Harris
Brandon Hammond nel ruolo di John Harris Jr.
Kenya Moore nel ruolo di Denise
Lamont Johnson (II) nel ruolo di Joseph
Wren T. Brown nel ruolo di Prete
Theo nel ruolo di D.J. radio
Ken Love nel ruolo di D.J. all'Hermosa
Graham Galloway nel ruolo di Pompiere
Starletta DuPois nel ruolo di Madre di Savannah
Thomas R. Leander nel ruolo di Intervistatore
Delaina Mitchell nel ruolo di Ragazza di Tarik
Luis Sharpe nel ruolo di Herbert
Erza Swerdlow nel ruolo di Wild Bill
Wally Bujack nel ruolo di Giudice
 

SOGGETTO

McMillan, Terry
 
 

MONTAGGIO

Chew, Richard
 

SCENOGRAFIA

Gropman, David
 

COSTUMISTA

Ruskin, Judy L.

TRAMA

A Phoenix si ritrovano quattro amiche: Savannah Jackson, una avvenente segretaria di produzione; Bernardine Harris, sposata con due figli, abbandonata dal marito John, che le preferisce dopo anni la segretaria; Robin Stokes, una brillante assicuratrice con una vita sentimentale alquanto turbolenta; Gloria Johnson, la meno avvenente è decisamente la più formosa, una parrucchiera. Savannah ha un appuntamento telefonico con l'affascinante Lionel, che però viene requisito da un'altra donna. La frustrazione per essere soppiantata dopo tanti anni di matrimonio fa scattare l'ira di Bernardine, che fa un solo falò dell'automobile e del guardaroba del marito. Robin sembra aver trovato finalmente qualcuno che la capisce nel grassoccio e bonario Michael. Gloria, che ha un rapporto critico col figlio giovanetto, Tarik, riceve le sporadiche visite del marito, David, che le confida di essere gay. Poi Lionel riappare per un effimero incontro con Savannah; Bernardine si prepara allo scontro in tribunale col marito; Gloria deve calmare il figlio che ha saputo che il padre è gay; Robin incontra Troy, un bellimbusto con un debole per la droga. Successivamente Savannah, consigliata dalla madre, accetta di rivedere un vecchio amico, l'unico che la capisca, Kenneth; Robin ha un rapporto sentimentale con Russell; Troy vuole presentare Robin ai genitori; Gloria ha un nuovo vicino, Marvin, vedovo e simpatico. Il processo di Bernardine va male: lei è affranta al bar quando incontra un avvocato, James, che ha la moglie malata di tumore. L'uomo va a casa di lei, ma tra i due per ora è solo amicizia. Intanto Kenneth promette a Savannah di lasciare la moglie, ma la donna lo allontana. Poi Marvin convince Gloria a mandare il figlio Tarik in Europa, mentre il processo si conclude a favore di Bernardine che riceve una casta lettera d'amore da James. Robin, che ha avuto un bimbo da Russell, anche lui sposato, se lo tiene ma allontana l'uomo. Gloria, che ha colpevolizzato Marvin per l'allontanamento di Tarik, si rende conto che l'uomo l'ha solo aiutata a crescere. Malgrado tutto durante il nuovo capodanno le quattro amiche si ritrovano sulla spiaggia accanto al fuoco.

CRITICA

"Fosse tutto così, 'Donne' farebbe dell'ironia sui cliché. Ma le vicende di Whitney Houston alla ricerca di 'Mr. Perfect' e di Angela Bassett in guerra con l'ex-marito, sanno di TV. Peggio: forniscono al pubblico nero cliché su misura (e di riporto: vedi il prologo, con quella nera in fuga sullo sfondo di un paesaggio stile Monument Valley). Provaci ancora Forest." (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 19 gennaio 1996) "Ci sono ghiottonerie sociologiche che forse ci distruggono (Michelangelo stampato sulla maglietta), dialoghi forse intraducibili, ma il film si avvolge sulle banalità sentimentali, su scenate pre e post coniugali, mescolando i destini di 4 malmaritate e/o maldivorziate con sogni legittimi. Le comparsate maschili danno ragione alle signore: a letto gli uomini sono un disastro, vanitosi, grassi, brutti, superdotati, poco dotati, stupidi, egoisti, infantili, fuggitivi. Come ai tempi della Crawford, le donne si chiamano 'tesoro', senza la voce della Lattanzi e gli uomini rilanciano con 'pupa'. Whitaker, che ha dalla sua certa furberia, dà la sensazione di rivelare chissà che del cuore femminile, ricicla lacrime, senza humour: il film è professionalmente lagnoso e ineccepibile, non c'è un attimo di verità e, alla lunga, è una mancanza che si sente." (Maurizio Porro, Corriere della Sera, 22 gennaio 1996)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica