Donne proibite1953

SCHEDA FILM

Donne proibite

Anno: 1953 Durata: 94 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:DRAMMATICO

Regia:Giuseppe Amato

Specifiche tecniche:-

Tratto da:dalla commedia "Vita nuova" di Bruno Paolinelli

Produzione:GIUSEPPE AMATO

Distribuzione:CEI INCOM

ATTORI

Linda Darnell nel ruolo di Lola
Valentina Cortese nel ruolo di Vally
Lea Padovani nel ruolo di Franca
Giulietta Masina nel ruolo di Rosita
Lilla Brignone nel ruolo di Tamara
Carlo Dapporto nel ruolo di Vittorio
Anthony Quinn nel ruolo di Francesco
Alberto Farnese nel ruolo di "Sportivo"
Alberto Talegalli nel ruolo di Un parente di Francesco
Checco Durante nel ruolo di Altro parente
Roberto Risso nel ruolo di Bruno
Maria Pia Casilio nel ruolo di La ragazza giovane
Lola Braccini nel ruolo di Signora Cappello, padrona della casa 'chiusa'
Rossella Falk nel ruolo di Morena
Mariolina Bovo nel ruolo di Gelsomina
Aldo Silvani
Anita Durante
Gina Amendola
Tino Buazzelli
 
 
 

MONTAGGIO

Varriale, Gabriele
 

SCENOGRAFIA

Marchi, Virgilio
 

COSTUMISTA

Costanzi, Elio

TRAMA

Tamara, una prostituta, tenta d'uccidersi gettandosi dalla finestra di una casa di tolleranza. La casa viene temporaneamente chiusa e la ragazza, raccolta in gravi condizioni, viene portata in ospedale. In seguito alla chiusura della casa, Wally, Franca e Lola, devono cercarsi una stanza dove dormire, e si rivolgono a Rosita, una ex collega, che ha un bell'appartamento. Wally, che ha superato i trent'anni e si propone di cambiar vita, conosce Francesco, un abruzzese in procinto di emigrare. I due decidono di sposarsi, ma poiché Francesco deve partire, ricorrono ad un matrimonio per procura. Di fronte però alle accuse e ai rimproveri del rappresentante di Francesco, che le rinfaccia il suo passato, Wally fugge e muore tragicamente. Tamara, minorata nel fisico, ha una crisi religiosa e viene accolta in un istituto di suore. Franca, che ha una bambina, la prende con sé e, trovato un lavoro onesto, potrà dedicarsi a lei. Lola sembra spregiudicata e cinica ma in realtà ha un animo sensibile e generoso. Decide di ritornare dai suoi vecchi genitori, ma il pensiero che il suo ritorno in famiglia possa nuocere alla sorella, prossima alle nozze, la fa desistere. Stanca e malata, va a bussare alla porta della casa di tolleranza che nel frattempo ha riaperto i battenti.

CRITICA

"C'è dunque anche un insegnamento: ma sarà abbastanza chiaro? Ne dubitiamo, quando pensiamo al moralismo sentimentale di certe sentenze, alla convenzionalità dello sviluppo della vicenda alla somma di tutti gli ingredienti (...) idonei a far colpo sulle folle, ma insufficienti, a causa di una descrizione abbastanza superficiale, a provocare forti reazioni o esami di coscienza ." (D. Caligo, "Rivista del Cinematografo", n. 2 del febbraio 1954).

Trova Cinema

Box office
dal 14 al 17 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica