Compagnie pericolose2001

SCHEDA FILM

Compagnie pericolose

Anno: 2001 Durata: 94 Origine: USA Colore: C

Genere:COMMEDIA, POLIZIESCO, THRILLER

Regia:Brian Koppelman|David Levien

Specifiche tecniche:SUPER 35 STAMPATO A 35 MM (1:2.35) - DE LUXE

Tratto da:-

Produzione:LAWRENCE BENDER PRODUCTIONS

Distribuzione:NEXO

ATTORI

Vin Diesel nel ruolo di Taylor Reese
Barry Pepper nel ruolo di Matt Demaret
Seth Green nel ruolo di Johnny Marbles
Andrew Davoli nel ruolo di Chris Scarpa
Dennis Hopper nel ruolo di Benny 'Chaines' Demaret
John Malcovich nel ruolo di Teddy Deserve
Arthur J. Nascarella nel ruolo di Billy Clueless
Tom Noonan nel ruolo di Sceriffo Decker
Nicholas Pasco nel ruolo di Freddy
John Liddle nel ruolo di Heslop
Shawn Doyle nel ruolo di Vicesceriffo Ward
Jennifer Baxter nel ruolo di Teri
Ceciley Jenkins nel ruolo di Claire
Kris Lemche nel ruolo di Decker
Dov Tiefenbach nel ruolo di Teeze
Catherine Fitch nel ruolo di Louise
 
 

MUSICHE

Mansell, Clint
 

MONTAGGIO

Moritz, David
 

SCENOGRAFIA

Cohen, Lester
 

COSTUMISTA

Pasternak, Beth

TRAMA

Brooklyn, 1997. Ogni volta che il giovane Matty fa colloqui di lavoro, viene fuori il nome di suo padre, noto boss della malavita, e il colloquio si chiude lì. Ora perciò Matty è deciso a chiedere al padre di essere inserito nel giro giusto, ma la prova d'onore fallita quando era piccolo sembra precludergli ogni possibilità. Alla fine ottiene un incarico: una borsa piena di dollari da portare con un aereo privato da una località all'altra senza destare sospetti. Matty a sua volta lo affida a Johnny, pilota cocainomane e suo amico. Questi però, quando atterra su una pista secondaria per fare benzina, perde la borsa e subito chiama Matty. Il giovane arriva sul posto con due amici/sicari, Taylor e Chris. I dollari intanto finiscono in mano a due del posto, uno dei quali è il figlio dello sceriffo. Questi, venutone a conoscenza, si guarda bene dal restituire il malloppo. Benny allora manda sul posto Teddy e altri della banda. Dopo che Johnny è stato ucciso per aver fallito la missione, prende il via una sparatoria senza esclusione di colpi. Un massacro che alla fine vede sopravvivere solo Matty e Taylor. Tornato in città, Matty si sente dire dal padre che nuovi incarichi sono pronti per lui. Ma ora é Matty a rifiutare, con la malavita ha chiuso. Sale in macchina e insieme all'amico Taylor parte per una destinazione sconosciuta.

CRITICA

"Il risultato è dignitoso: 'Compagnie pericolose' è un gangster movie non particolarmente innovativo ma certo ben studiato nell'intreccio e con una messa a fuoco convincente dello scontro generazionale tra malavitosi o aspiranti tali. Per questo bruciano di più i difetti, primo tra tutti l'utilizzo sprecato di Vin Diesel, che la sceneggiatura ha reso una figura secondaria. Anche il finale, quasi una citazione meno pulp della sparatoria di 'Le iene', è però frettoloso, se si pensa al potenziale drammatico del colpo di scena che ribalta la vicenda". (Mauro Gervasini, 'Film Tv', 9 dicembre 2001) "Una valigia piena di soldi, una cittadina di provincia, lo scontro con uno sceriffo corrotto e brutale, l'amicizia virile, i contrasti padre-figlio anche nel mondo criminale: film ironico, divertente, catastrofico e abbastanza raffinato". (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 30 novembre 2001) "Se rimpiangete che nel cinema Usa rimpinzato di divismo e di effetti speciali ci sia poco spazio per un 'noir', sporco, povero, ironico ma anche duro, dove i personaggi contano più delle star e l'intreccio non è un pretesto per una serie di scene ad effetto ma per un'avventura esistenziale, date un'occhiata a 'Compagnie Pericolose' (...) Un nostalgico tributo a un mondo che non c'è più o che forse abbiamo solo sognato, al cinema. Bei ruoli di fianco per Malkovich e Dennis Hopper". (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 30 novembre 2001) "La ragione del film è nella crisi dei criminali in erba di fronte alla punizione dei padri, un meccanismo che sta alla radice della continuità e dell'eredità della 'famiglia' mafiosa (...) Primeggia a picchiare duro Vin Diesel, che va lento ma inesorabile come il suo cognome a risolvere tutto. Il complotto all'interno della famiglia invece riduce la novità. Semplice e potabile. A tratti divertente". (Silvio Danese, 'Il giorno', 30 novembre 2001).

Trova Cinema

Box office
dal 2 al 5 aprile

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica