SCHEDA FILM

Chiaro di donna

Anno: 1979 Durata: 103 Origine: FRANCIA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:PANORAMICO

Tratto da:dal romanzo omonimo di Romain Gary

Produzione:GIANFRANCO PICCIOLI E MAURO BERARDI PER PARVA CINEMATOGRAFICA - JANUS FILM - IDUNA FILM PRODUKTIONGESELLSCHAFT - LES FILMS GIBE' - GVA (GEORGES-ALAIN VUILLE PRODUCTION) - CORONA CINEMATOGRAFICA - OPERA FILM

Distribuzione:MEDUSA

TRAMA

Michel, la cui amatissima moglie ha deciso, d'accordo con lui, di uccidersi per porre fine ai tormenti procurati da un male incurabile, s'allontana di casa in attesa che il gesto si compia, con il proposito di salire su un aereo che lo conduca mille miglia lontano di lì, in Venezuela. L'incontro con una donna, Lidia, il cui marito Alain ha avuto la mente sconvolta da un incidente d'auto e vive sorvegliato a vista in casa di sua madre, induce invece Michel a rinviare la partenza. Spinto poi sia dal bisogno di riempire la sua solitudine e di lenire il dolore per la perdita della moglie, che da un amore improvviso e irresistibile, Michel s'attacca a Lidia come ad una nuova ragione di vita e tenta di convincerla a seguirlo in Venezuela. Dopo una visita ad Alain e un brusco colloquio con sua madre durante un'odiosa festa tra esuli russi, Lidia sembra decisa a partire. Poi, la lucida consapevolezza di sbagliare ha il sopravvento, e i due si salutano, forse per sempre e forse no.

CRITICA

"Il film, fotografato e realizzato con raffinatezza, ha nei due protagonisti la sua debolezza e la sua forza. Infatti, Yves Montald e Romy Schneider, offrendo il meglio del loro collaudato professionalismo. da una parte danno consistenza a dialoghi un po' troppo letterari e arcadici, ma per altro verso sottolineano la freddezza e cerebralità di drammi nei quali si stenta a ritrovarsi. I personaggi secondari - da quello paradossale dell'addestratore di cani a quello invisibile della Yannie suicida oppure quello grottesco e patetico della Sonia russa-bianca - possono aiutare alla scoperta della amara veridicità di certe tragedie esistenziali e anche a scoprire i risvolti socio-politici di certe situazioni di emarginazione." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 88, 1980)

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica